gennaio 13, 2020

Italo-venezuelani, non siamo fantasmi: la battaglia continua




La campagna NON SIAMO FANTASMI sulla situazione degli italo-venezuelani e dei venezuelani in Italia prosegue senza sosta.
Nessun tentativo di azzittirci potrà fermare questa battaglia vera che è iniziata oltre un anno fa.
E' aperta a tutti coloro che vogliono unirsi alla lotta contro quella che riteniamo una vera e propria discriminazione nei confronti dei Venezuelani in Italia e degli italiani che sono rientrati al loro Paese di origine, l'Italia.
I vari punti della petizione - che continua ad essere attiva -  li troverete al seguente 
                                  
                                LINK per la petizione CLICCA QUI

dove potrete anche firmare la petizione (ma attenzione bisogna  confermare la mail che arriva per permettere che la firma venga accreditata).

  • Non vogliamo essere trattati come fantasmi, ma come cittadini con propri diritti. Una facilitazione per l'espletamento delle pratiche amministrative poiché non possiamo contare con gli uffici consolari e l'ambasciata del Venezuela. 
  • Chiediamo che si possano richiedere in loco le equipollenze dei titoli di studio e una corsia preferenziale per la patente auto.
  • Un aiuto concreto per gli italiani rientrati in Patria che non ricevono più la pensione venezuelana. 
  • Ultimo di questo elenco, ma non per importanza, è l'esigenza di sapere esattamente che fine hanno fatto i milioni che l'Europa ha stanziato per il popolo venezuelano. Uno dei motivi per cui vorrebbero interrompere questa campagna che vuole la verità e non si accontenta di fotografie, parole e promesse da marinai. Quali sono le fondazioni interministeriali, le Associazioni, le ONG che hanno preso in carico la strabiliante somma?

Questa campagna andrà avanti seriamente. Lotteremo tutti insieme per i nostri diritti. Senza Loghi politici ma con l'aiuto dei politici che realmente siano intenzionati a fare qualcosa di concreto.
Non saranno le chiacchiere a fermarci.

La battaglia continua.

Nessun commento: