5/25/14

Preoccupazioni


Qualcuno ha avuto il coraggio di parlare del chavismo come di una corrente dedicata al popolo. Peccato che in Venezuela sia ridotto alla disperazione e il Popolo si sia riversato in strada alla ricerca di cibo e di libertà.
Il tiranno, Maduro, gestito completamente da Castro, continua a reprimere la gente che protesta contro la dittatura che affligge il Venezuela da quasi quindici anni.
C'è speranza che cambi qualcosa perchè, da voci ben informate, si è venuto a sapere che la "barca" governativa sta imbarcando acqua da tutte le falle aperte e che presto sarà costretta ad andare alla deriva se non vuole affondare del tutto. Occorre un cambio immediato.
Intanto i media italiani non parlano del dramma venezuelano.
Non ci illudiamo che la politica faccia qualcosa, in questo momento sono solo interessati al voto, dopo continueranno a farsi i fatti propri. L'Italia ha i suoi problemi, lo sappiamo bene, domenica il voto è atteso con apprensione, molti temono che anche Roma finisca sotto dittatura.
Domani, intanto, la Mediacontact procederà con la registrazione del programma on line "Hola Italia..il Venezuela in Italia", per la terza puntata di questo contenitore che sta avendo un grosso successo. Quale sarà la specialità della cucina criolla che prepareranno al Sabor Tropical? Staremo a vedere.
Il 7 giugno Mario Vargas Llosa a Torino, con Cosmo de La Fuente.
Alle ore 12 il ritrovo in Piazza Castello angolo via Verdi, pero poi andare tutti insieme all'incontro con il Premio Nobel che tanto si è occupato del Venezuela.
Attendiamo le anticipazioni martedì.
CdF