5/15/14

A proposito di "Sparire si può"


Visto l'interesse esagerato, causato da Pomeriggio 5 voglio rendere noto che, in realtà, non esiste nessuna agenzia. Si tratta di fiction, di sogno, di desiderio, io scrivo e quando si scrive si romanza. A volte si sente parlare di sparire e cose del genere, è un sogno che fa gola. Purtroppo non sono in grado di far cambiare vita a nessuno, solo di scrivere e di ascoltare. "Chance Segunda" è un nome di fantasia, che significa Seconda Chance. Non esiste.
L'idea di parlare di quest'argomento mi venne leggendo un articolo de LA STAMPA:
http://www1.lastampa.it/redazione/cmsSezioni/esteri/200902articoli/40929girata.asp
Chiaro che significava par parlare del proprio blog e farsi pubblicità. Per quello ho scritto molto.
Mi spiace ma non ho nessun potere del genere.
Quello che ho scritto di seguito è un evento romanzato. Se esistesse sarebbe così.
Una fantasia.
Anche io vorrei cambiare vita, è un desiderio che ci accomuna!

Il racconto è questo, ma è frutto della fantasia di uno scrittore:
Quando, per la prima volta, parlai di un'associazione chiamata 'Chance Segunda' fu perchè qualcuno mi aveva detto dell'esistenza di un'organizzazione anonima, spagnola, che aiutava, in qualche maniera, a "sparire". Mi piacque molto l'idea, anche io attraversavo un momento molto delicato della mia vita e scrissi all'indirizzo di posta elettronica che mi avevano dato. Io non ho nessuna possibilità di far sparire nessuno, sono un disperato come gli altri e per quello mi sono innamorato di quest'idea, di questa speranza. Ci ho scritto un po' perchè vedevo che l'argomento prendeva. Ma nulla di fatto.
Non risposero subito, e non risposero mai, perchè era un mio desiderio, una mia fantasia, la voglia di interagire e parlare con altri come me. Come quando si sogna un viaggio, un'avventura.

Mai avrei immaginato che questi miei articoli potessero interessare a così tanta gente.
Vengo continuamente contattato da persone che pensano che sia io a far sparire la gente, ma questo non è vero. Ripeto che ne ho parlato e nè sono entrato in contatto con loro.
Ovviamente, seppure esistesse una cosa simile, come nell'articolo de La Stampa sorpa,  non si dovrebbe facilmente parlare direttamente con qualcuno, altrimenti non avrebbe motivo di esserci. Io non ho nessun potere e.. magari lo avessi!

Ho ricevuto oggi due telefonate dalla redazione di Pomeriggio 5, la prima dicendo di essere la redazione e la seconda, quando hanno registrato, fingendosi interessata a sparire. Peccato che io non possa fare nulla in merito. Ripeto ne ho solo scritto  perchè scrivo di molti argomenti. Questo era piaciuto anche a me.


Immaginari che potessero dirmi: Non è a fine di lucro, si tratta di volontari che hanno vissuto momenti come quelli che stanno vivendo coloro che si rivolgono a CS.
Quello che ho (immaginariamente) saputo, quando chiesi notizie anni fa,  è che:
1) La motivazione deve essere comprovata
2) Al contrario di loro, chi chiede aiuto non può restare anonimo perché vi sono controlli necessari affinché chi si candida a sparire non abbia problemi e carichi pendenti con lo Stato in cui risiede, che non sia un evasore, e chissà quanti altri dettagli. Insomma non si può sparire lasciando dietro di sé debiti, conti in sospeso con la legge, figli a carico, ecc. ecc. Chi si fosse illuso di sparire dopo aver commesso qualche reato mi sa che resterebbe deluso.
3) A rivolgersi a loro, anche in base a quanti scrivono a me (che, ripeto, mi sono limitato a parlare come adesso vogliono fare altri media) sono donne e uomini. Per i motivi più vari:
1) disperazione dovuta a mancanza di  lavoro e conseguente povertà
2) problemi legati alla propria sessualità
3) voglia di liberarsi dallo stress e dalla vita che si conduce, anche lasciando tutto e riducendosi a vivere "serenamente" come poveracci, ma liberi, in un altro Paese del pianeta.
4)Gravi delusioni amorose

E' chiaro che chi "sta" dall'altra dovrebbe saper valutare bene i casi e non si può pretendere che arrivino subito risposte alle mail. Non è assolutamente certo che si riesca ad arrivare a conclusione. Non illudiamoci!
D'altra parte non si paga nulla, quindi nulla è dovuto da parte di loro.
Questo è quanto mi è stato detto. Questo è quanto avrei voluto sentire.
Se vogliamo parlarne possiamo farlo, ma altro non so e,la mente di uno scrittore è sempre ricca di fantasia, sennò che scrittore sarebbe.
Ma cosa c'è da meravigliarsi tanto? In Italia si diventa sempre più poveri e disperati, chiaro che la richiesta aumenti. Quello che mi meraviglia l'essere diventato io il punto di riferimento per informazioni e quant'altro. Mi dispiace non esserne all'altezza, magari. 

La caratterisctica principale di chi vuol scrivere, oltre all'esserci portato, è certamente la 'fantasia', proprio come quando si pensa a una sceneggiatura, così sono i libri, i pezzi.
Lo si fa per passione e per il desiderio di essere letti.
Si valutano quali siano i temi di interesse e quindi si procede.
Ho pensato a cosa desideravo di più io nel momento in cui volevo cominciare a comunicare, sentii che il mio più grande desiderio-sogno era di andarmene a vivere su un'isola deserta, como moltissimi altri sognano. Avevo bisogno di materiale e di capire cosa ne pensavano gli altri e l'idea che ci fosse questa possibilità di sparire LEGALMENTE e in maniera del tutto gratuita mi sembrò uno stimolo ad andare avanti e una ventata di ottimismo. Una sorta di riflessione e di training autogeno che mi aiutava ad andare avanti: oggi soffro e mi sacrifico per la famiglia ma un giorno so che potrò avere una seconda opportunità di serenità...una Chance Segunda appunto.
La nostra forza è interiore.. me lo hanno detto molte volte e, in questo caso, devo dire che è proprio vero.

CdF