2014/04/25

Hola Italia: per il Venezuela, dall'Italia


Come si fa a definire 'fascista' chi sta parlando di libertà e di democrazia? Certe persone, che sono violente dentre e che non accettano il pensiero altrui, pretendono di essere comunisti, o socialisti, senza lasciar spazio alle idee degli altri. Strano che siano loro a dare dei fascisti agli altri. Che controsenso!
L'ignoranza, certo, gioca un ruolo importantissimo. Essere fuori dal Venezuela e non conoscere l'evoluzione politico-sociale del Paese è certamente un handicap. Lo dico sempre e continuerò a ripeterlo: lo si fa o per ignoranza o in malafede. Nessuno può negare l'evidenza. La protesta venezuelana riguarda tutti, soprattutto i poverissimi. Non esiste la classe media,ormai è stata annientata, esistono però alcuni ricchissimi, tutti appartenenti alla casta del tiranno, Maduro.

Se in Italia i media fanno finta di niente, tranne qualcuno ovviamente, la Mediacontact Communications, esperta di comunicazione, ci offre la possiblità di diffondere il lavoro di sensibilizzazione. Quando mi hanno chiesto se volevo condurre questo piccolo contenitore informativo on line, dandomi la possibilità di decidere i contenuti, ho accettato volentieri. Un'occasione per far conoscere gli usi, i costumi, le bellezze, i tanti problemi del mio Paese, il Venezuela. Chissà se gli Italiani finalmente, innamorandosi di questa bellissima regione del mondo, costringeranno i giornali e le tv italiane a parlare della drammatica situazione in Venezuela.

Oltre a ringraziare la Mediacontact che ci diffonde, devo anche ricordare l'aiuto e la collaborazione di newnotizie.it, dove normalmente scrivo anche io e Umberto Calabrese di Agorà Notizie, sempre pronto a spezzare una lancia in favore della democrazia e della libertà di stampa.

Siamo molti i venezuelani e gli italo-venezuelani in Italia, spero di dire quello che la maggior parte di noi vuole che si sappia, ecco perchè i consigli costruttivi, i suggerimenti, saranno benvenuti nella pagina di Hola Italia, dove saranno postati anche gli episodi a partire dalla prossima settimana. Il cuore, la mente, l'anima è sempre rivolta al nostro Venezuela e sinceramente non riusciamo ad essere tranquilli, lo so che è così per tutti. L'amore per il Venezuela sarà sempre presente in Hola Italia.

Con le nostre forze, stiamo realizzando questa piccola produzione. Chi volesse supportarci in qualche modo, può farlo contattando la Mediacontact. Speriamo di riuscire a dare il meglio per il nostro il Venezuela.

Unidos somos Energia positiva por Venezuela

Link alla pagina di Facebook di Hola Italia
 https://www.facebook.com/pages/Hola-Italia-Venezuela-in-Italia-con-Cosmo/766403163378017

Cosmo de La Fuente

2014/04/19

Venezuela: quello che dovrebbe sapere l'Italia (Cosmo de La Fuente)


ASCOLTACI ITALIA:
Il #Venezuela, nelle mani di Maduro, è in fallimento. Un processo distruttivo che è imploso ma che è iniziato parecchi anni fa in pieno chavismo.
Secondo il Termometro Politico: Il Venezuela è a un bivio. O saranno introdotte misure di aggiustamento dell’economia, o si passerà da un’inflazione al 50-55% all’iper-inflazione: è questa la sintesi delle proiezioni del Fondo Monetario Internazionale sull’economia del Paese sudamericano, che rischia di passare da una crescita galoppante dei prezzi a una vera e propria iper-inflazione. Il governo è considerato come il principale responsabile della grave crisi economica, che va a braccetto con quella politica iniziata lo scorso febbraio. Certamente colpa delle scelte errate da parte di un'amministrazione completamente  a digiuno di cosa significi la politica economica di un Paese ma, piuttosto, dedita a farsi pubblicità all'estero.
Martedì si sono svolti, per la seconda volta, i negoziati fra i rappresentanti del governo venezuelano e quelli dell’opposizione. All’incontro, presieduto dal Vicepresidente del Venezuela Jorge Arreaza, hanno partecipato esponenti dell’Unione delle Nazioni Sudamericane (UNASUD) e l’arcivescovo della Chiesa cattolica, Aldo Giordano. I rappresentanti governativi hanno respinto le richieste avanzate dall’opposizione su un’amnistia per i leader delle proteste adesso in carcere. Un'opposizione che, agli occhi della gente che sta vivendo sulla propria pelle il dramma venezuelano, risulta anemica e alquanto sospetta. L'unica soluzione, ormai per la stragrande maggioranza del popolo, è il cambio. Nessuna fiducia in questo momento dalla MUD. L'unica che continua a meritare la fiducia della gente e Maria Corina Machado, attualmente destituita per il volere improvviso e malato del dittatore. Tutti quelli che stanno all'opposizione e destano simpatia, vengono allontanati o incarcerati dalla mano violenta del dittatore colombiano Presidente illegittimo del Venezuela.
Un tribunale militare di Caracas ha accusato tre generali (Oswaldo Hernández, José Machillanda e Carlos Millán) e un capitano (Juan Carlos Nieto) in pensione delle forze armate d’istigazione alla rivolta per la loro presunta appartenenza a un gruppo di militari arrestati per essere dietro ad un presunto piano di colpo di Stato. Già all’inizio della settimana il Capo del Comando Strategico Operativo della Fuerza Armada Nacional Bolivariana (FANB), il generale Vladimir Padrino, aveva dichiarato che “appelli sovversivi e irrispettosi” sono stati rivolti alle forze armate per rovesciare Maduro, intrapresi “da ex capi militari che principalmente vivono all’estero e sottostimano la coscienza patriottica e costituzionale” dei militari “e della popolazione”. Siamo alle sollite quindi, Maduro come il defunto Chavez, lanciano colpe a tutto e a tutti. La verità è che sempre più gente non ama questo rozzo ignorante tiranno che pretende di governare un Paese senza aver la minima idea di come si faccia. L'unica soluzione è la 'strada', calle, calle, calle! La libertà va conquistata e in questo momento occorre continuare a stare in strada.
#COSMODELAFUENTE POR #VENEZUELALIBRE

2014/04/09

La nuova primavera sudamericana nasce in Venezuela

L'Italia deve sapere che:
La nuova Primavera Sudamericana è tornata, parte, come nel passato, dal Venezuela e sta affascinando tutti i popoli latini. Nessuna dittatura ha motivo di esistere e chi, stupidamente e/o in malafede ne parla in maniera positiva, è solo complice di una sistema nazzistico dittatoriale destinato a morire presto.
Viva Venezuela Libera
#COSMODELAFUENTE por #VENEZUELALIBRE
Il video verità in italiano: https://www.youtube.com/watch?v=_bFVad1O8DQ

2014/04/05

Tutte le ultime notizie sul VENEZUELA e i video di Cosmo




  REPORT: Quello che l’Italia deve conoscere sul VENEZUELA

Alcuni Articoli di Cosmo de La Fuente
1)      Articolo che ha ottenuto circa un milione di letture e oltre 20.000 likes, ha scatenato dibattiti all’ultimo sangue: Emergenza Venezuela: il mondo tace

2)      Perché un Chavista cambia idea? Da una domanda di una lettrice nasce un articolo interessante per capire il perché!

3)      Si parla ancora del Video shock di Cosmo con Mediacontact che ha sconvolto gli italiani

4)      Maduro assolda militari cubani per far fuoco sulla folla:

5)      Venezuela: la propaganda di regime che piace ai Media Italiani

6)      Venezuela in fiamme: ultimatum del dittatore Maduro

7)      La disperazione ha un nome: Venezuela

Video:
1)      Quello che l’Italia non sa. Resterai sconvolto. IMPACTANTE!!

2)      Cosmo a  ‘Mezzi Toni’ Tg3com, con Toni Capuozzo

3)      Il video che Maria Corina Machado ha portato

4)      Cosmo al Tg3

5)      Movimiento Estudiantil


Cosmo de La Fuente (Carlos Cosmo Gullì)
Twitter: @cosmodelafuente
3394596351

2014/04/04

Atroce racconto di un maestro in Venezuela


ITALIANO:


Trascorriamo le giornate rinchiusi nella nostra piccola casa. Esco soltanto per andare a scuola e ritorno a mezzogiorno per vendere granite. Sento che tutto cade a pezzi e quando sono in strada mi sento in stato di guerra, i colectivos sparano a qualsiasi ora. Stiamo vivendo un’esperienza orribile e il sorriso è scomparso dal mio volto e a volte, all’alba mi sveglio e mi metto a piangere perché sono convinto che ormai siamo condannati. Temo di perdere la vita lasciando la mia famiglia alla deriva. Temo per i miei figli e per mia moglie. Non avrei mai pensato che la mia vita sarebbe finita in questo modo. Faccio sforzi pazzeschi per mantenermi calmo ma crollo davanti a tanta morte  e disperazione. Tutto è rovina. In certi giorni ho avuto dei soldi ma non ho trovato niente da comprare da mangiare. Sembra una specie di armagueddon e non esagero. I colectivos entrano in casa e uccidono anche i bambini, gli anziani e qualsiasi essere capiti davanti. La polizia si dedica a derubare la gente che è sola, porta via alle donne le loro borse di ritorno dal supermercato; la polizia sta ammazzando un sacco di gente. Io sono convinto che nel mondo ancora non si sappia cosa accade in Venezuela perché è un’atrocità dantesca.

CASTELLANO
 

Un profesor de informática en un liceo de maracay escribe: Estamos literalmente encerrados en nuestra pequeña habitacin. Solo salgo a la escuela y retorno al mediodía a vender raspaos. Siento que se cae a pedazos esto y todos los dias salgo a la calle y a veces me siento en estado de guerra por los enfrentamientos y los colectivos que disparan a toda hora. Estamos viviendo una experiencia horrorosa y no sabemos que hacer. Tengo lágrimas a flor de piel. Siempre he sido alguien de buen humor pero mi sonrisa ha desaparecido de mi rostro y muchas madrugadas despierto sin sueño y me pongo a llorar literalmente porque creo que estamos condenados. Temo de que un dia de estos pierda la vida y mi familia quede a la deriva. Temo profundamente por mis bebes y mi esposa. Nunca imagine que mi vida terminaria asi. Hago esfuerzos por mantenerme pero me derrumbo ante tanta muerte y desesperacion. Todo esto se arruino. He tenido dinero y no he encontrado que comer. Esto parece una especie de armagedon y en verdad no exagero. Los colectivos estan entrando a las residencias y asesinan a niño, asesinan a niños, ancianos y todo cuanto ser vivo se les ocurra. La policia se dedican a robar a las personas que se encuentran solas, a las mujeres les estan robando las bolsas de mercado cuando salen del supermercado, estan matando a muchas personas. Yo creo que el mundo aun no sabe lo que esta pasando en venezuela porque es una atrocidad dantesca.

2014/04/03

Le lacrime amare degli italo-venezuelani








Fingi di trasferirti in Australia perché in Italia non trovi più lavoro, immagina che arrivi improvvisamente un ‘vero’ dittatore al governo che tolga la libertà di parola e di espressione nel Paese; supponi che la tua famiglia si trovi a fronteggiare la violenza di un Regime e che non trovi né da mangiare, né da lavarsi, né per curarsi, che non ci sia più nulla e che non possa nemmeno farsi un giro sotto casa perché bande di criminali possono togliere loro la vita anche solo per pochi euro. Prova a immaginare, come se fossi in un incubo, di trovarti lontano e sapere che il tuo Paese si sta consumando, sta morendo, nell’indifferenza del paese dove ti trovi e, soprattutto, con gente disinformata che pensa che nel tuo Paese tutto stia andando per il meglio, che esiste un capo di governo che si sta occupando dei poveri, ma che questo sia solo una grande bugia montata ad arte da un Regime Militare assassino. Immagina ancora che ogni volta che riesci a parlare con i tuoi non puoi farlo apertamente perché loro hanno paura anche di fiatare, ma in qualche modo riesci a sapere chi sono i tuoi parenti morti, i tuoi amici scomparsi, i conoscenti che hanno fatto una brutta fine per colpa di una dittatura devastante. Poi potrai svegliarti e pensare: - meno male che era solo un incubo-
Per noi venezuelani e italo-venezuelani è la realtà!
Aiutaci Italia
Cosmo de La Fuente
www.familiafutura.com


2014/04/02

Venezuela: la verità in lingua italiana, il video che sta sconvolgendo il Paese.




In Italia non arrivano le notizie vere, alcuni giornalisti o per ignoranza e disinformazione o per malafede, dicono il falso. Si tratta di una protesta di poveri e disperati, che vengono uccisi, non lo permettere. Aiutaci: parlane.
Cosmo de La Fuente


CLICCA PER VEDERE IL VIDEO SHOCK