5/10/12

- Passera: troppi disoccupati, molti di più di quanto ci dicono le statistiche



La società italiana è a rischio, cifre di disoccupati o mal occupati che sfiorano i 6 milioni di unità. Siamo messi molto male, insomma, e il ministro non nasconde preoccupazione e pessimismo. Anche oggi si segnalano due suicidi economici e tra un po’ non faranno neppure notizia.  
"Il disagio sociale diffuso e' legato alla mancanza di lavoro in Europa in generale ma che nel nostro paese e' piu' ampia di quello che le statistiche dicono''. Ad affermarlo e' il ministro dello Sviluppo economico Corrado Passera, secondo il quale ''e' a rischio la tenuta economica e sociale del Paese" perche' il disagio investe "meta' della nostra societa'". Proprio per la mancanza di lavoro: "se mettiamo insieme disoccupati, inoccupati, sottoccupati e sospesi arriviamo a 5-6- forse 7 milioni di persone. Se moltiplichiamo per i loro familiari arriviamo alla meta' della nostra societa'''.
Siamo in un momento critico e rabbioso. Gli atti di intimidazione a Equitalia sono almeno 270 da novembre 2011.
Come possiamo pensare di rasserenare questo clima di paura, di povertà e di preoccupazione? Non abbiamo nemmeno la speranza che arrivi, finalmente, qualcuno che possa governare ‘bene’ l’Italia.
CdF