3/23/12

Venezuela: Chavez è molto nervoso e la 'sua' Polizia spara troppo facilmente


23/03/2012 La policìa venezolana è sotto accusa per aver ucciso la figlia del console cileno. La diciannovenne era in compagnia del fratello e un amico quando, all’improvviso, come hanno raccontato i giotnali del Paese, il gruppo si è trovato davanti ad un posto di controllo. L'auto sulla quale viaggiavano i giovani non si è fermata e gli agenti hanno aperto il fuoco.

È accaduto venerdì sera nella città di Maracaibo, a ovest del paese sudamericano: Karen Berendique si trovava in macchina con suo fratello Fernando di 28 anni, e un altro giovane. Improvvisamente, ad un posto di blocco al lato della strada, alcuni uomini scendono da una vettura e intimano lo stop. Il pickup coi ragazzi, però, non si ferma. I giovani sospettavano infatti che quelli fossero in realtà dei criminali, una gang che volesse derubarli. Il fratello alla guida spinge dunque sull’acceleratore e prosegue ad alta velocità. La polizia a questo punto spara: tre colpi centrano in pieno la figlia del diplomatico. Quando il guidatore si accorge che la sorella 19enne sanguina e ha perso conoscenza decide di fermare l’auto. «Aveva paura perché gli uomini armati non erano identificabili come poliziotti», ha spiegato in seguito Fernando Berendique, il padre di Karen.

La vicenda ha scosso tutto il Paese: dopo la morte della giovane gli inquirenti hanno aperto un’inchiesta per fare luce sull’accaduto. Anche a causa delle tante pressioni dell’opinione pubblica. Dodici sono i funzionari del Cicpc arrestati, ha comunicato il capo della polizia, José Humberto Ramírez. Il console ha descritto la morte della figlia come un «duro colpo». Condoglianze alla famiglia e l'assicurazione di voler indagare a fondo, ha espresso in una nota anche il governo venezuelano. Nel Venezuela di Chávez terrore, omicidi e sequestri sono, purtroppo, all’ordine del giorno. L'ambasciatore messicano in Venezuela e sua moglie erano stati vittime di un sequestro lo scorso gennaio, poi liberati dopo alcune ore di prigionia. A novembre, invece, il console di Cile in Venezuela era rimasto vittima di un sequestro similare ed era stato ferito con un colpo di arma da fuoco. Il 2011 è stato l’anno più sanguinoso della storia del Venezuela: secondo le statistiche ufficiose ci sono stati non meno di 19.000 omicidi in tutto il Paese.

La polizia venezuelana è sempre più nervosa, sotto pressione dal governo Chavista. Sbaglia spesso perchè impegnata nell'eliminare il 'nemico'. L'opposizione!
Cdf per Mediacontact
Fonti: Emabajada Chile Caracas; Corriere della Sera

No comments: