22/03/12

Suora ninfomane stupra un ragazzino


22/03/2012 -Baldau Renier ggi ha cinquant'anni, è un pittore tedesco con una brutta storia alle spalle: da bambino è stato vittima di abusi sessuali da parte di una suora.

Il caso è raccontato dal giornale tedesco Build, che fa luce su un lato degli abusi della Chiesa fino ad ora sconosciuto. Renier nel 2010 ha finalmente trovato il coraggio di denunciare le violenze subite tramite una lettera in cui descrive di essere stato picchiato sia con asciugamani bagnati che con il ferro da stiro, stesso trattamento riservato anche ad altri bambini.

La sua domanda è una: "Come si può conciliare la vocazione religiosa e i voti con un atteggiamento simile?". L'inferno di Ranier è cominciato quando aveva solo otto anni, ospite di un collegio cattolico dopo essere stato dato in adozione, ed è durato per i due anni successivi.

Qui suora Olga, nome di fantasia inventato dal Build, lo costringeva una volta a settimana a seguirla nella sua stanza con altri bambini. La religiosa era in camicia da notte e a capo scoperto e obbligava il giovane Baldau a baciarle e leccarle i seni, mentre lei lo toccava nelle parti intime. A turno dovevano poi utilizzare oggetti da inserirle nella vagina.

"Ero spaventato e disgustato", ha commentato. Baldau Ranier ha ricevuto le scuse della suora direttrice e un risarcimento da parte della Conferenza episcopale tedesca di 13mila euro per quanto subito, ma suor Rafaela ha sempre negato i fatti raccontati. La calda suora avrebbe poi raccontato di essere affetta da ninfomania. Chissà perché avrebbe preso i voti allora. Mah, misteri della vocazione. Io, più che ninfomane, la chiamerei PEDOFILA.

Ci sono anche casi italiani. Non pensiate che il nostro paese sia immune dai religiosi assatanati.

CdF