2012/12/14

Unghie a gel: la bellezza a portata di mano (di Stefy)


Le mani sono importantissime perché sono, insieme al viso, la prima parte del corpo che mostriamo. Capita di avere difficoltà nel tenerle bene e nel mantenere le unghie belle. L’estetica è soluzione! La ricostruzione ha la durata di un mese, fallo e non ci pensi per un po’. In provincia di Torino qualcuno può aiutarti, con prezzi incredibili e con risultati stupefacenti. La bellezza va curata! Approfitta per essere perfetta durante le festività natalizie. Unghie a Gel – Torino – Guarda l’offerta!
by Stefy

2012/11/10

Criminal Mind : Mario Monti

 
e continua, continuano...pare che gli italiani, quelli realmente poveri siano in grado di trovare soldi o di inventarseli. Continuano a chiedere l'impossibile, costringendoci a suicidarsi, a rubare, a scappare. Questo Monti è completamente impazzito! Questo governo, non votato, non si rende conto del male che sta facendo a tanta povera gente. Loro, invece, i politici, hanno pensioni da capogiro anche se giovani, hanno benefici di ogni genere, guadagnano migliaia e migliaia di euro al mese e assicurano il benessere ai loro figli.
Non è possibile lasciar proseguire tutto così. Un netto cambio è necessario. Ora!!
(CdF)

diffondete! diffondete! diffondete!

2012/10/28

Davide Serra : mi casca sul "fecimo"

Molti sanno che esiste, ma pochi hanno visto il suo volto. Colui che quatto quatto si sta insinuando nell'economia italiana, a mio parere molto furbamente, saltando sul carro di Matteo Renzi.
Mi casca, nella trasmissione "In mezz'ora" dalla Annunziata usando un passato remoto veramente improbabile: "fecimo".  Qualcuno potrebbe parlare di latino  di italiano antico o balle del genere, ma non possiamo proprio accettare un "fecimo" ragazzi....dai.
Perchè non assumi un linguista...caro Davide?

2012/10/18

Vergogna Italiana (Quello che nessuno vi dice, fate girare)


Scandaloso e vergognoso è "veramente dire poco !!!

> La scelta della data del 13 aprile, per il voto in alternativa a quella
> del 6 aprile può apparire casuale ma non lo è affatto: votando il 6 di
> aprile, infatti, i parlamentari alla prima legislatura non rieletti non
> avrebbero maturato la pensione. Votando invece come stabilito dal
> Consiglio dei ministri il 13 aprile, ovvero una settimana dopo,
> acquisiranno la pensione. "E poi parlano di voler fare l'election day per
> ridurre i costi della politica - ironizza - Ben altri saranno i costi di
> queste pensioni, non solo in termini quantitativi, ma anche per il
> messaggio dato al paese, perchè questo è il tipico esempio di come fatta
> la legge viene subito trovato l'inganno".
>
> MORALE DELLA FAVOLA 300.000.000 (se avete letto bene: TRECENTOMILIONI,
> chiaramente di Euro) DI COSTI PER QUESTA GENTACCIA CHE DOPO POCHISSIMI
> MESI SENZA FAR NULLA HANNO GIA' LA PENSIONE CHE E' DI PLATINO (ALLA FACCIA
> DEI PENSIONATI CHE DOPO UNA VITA DI LAVORO PER MANGIARE RACCATTA LA
> VERDURA RIMASTA A TERRA NEI MERCATI).
>
> FATE GIRARE QUESTE INFORMAZIONI, TUTTI DEVONO SAPERE !!!
>
> I tg corrotti E PREZZOLATI NON LO DICONO, I GIORNALI NEMMENO, SOLO
> INTERNET PERMETTE DI CONOSCERE QUESTA SCHIFEZZA

[Cosmo de La Fuente]
Mediacontact Communications

2012/10/08

Venezuela: elecciones 2012. Ce l'ha fatta Chavez

Nella Foto: CAPRILES

Non è riuscito ad arrivare primo ma è stato molto vicino alla vittoria. Speriamo che lo lascino lavorare in maniera che possa, almeno, fare una buona opposizione.

80,94% di partecipazione;

Chavez: oltre il 54,42%

Ancora una volta ha vinto Chavez. Ce l'ha fatta non con lo stacco abituale, Capriles, infatti, lo segue abbastanza da vicno. Speriamo non succeda quello che pensa lo scrittore peruviano Mario Vargas Llosa che pensa ci sia anche il pericolo che Capriles venga, addirittura, eliminato. Potrebbe fare un'ottima opposizione. Chavez non durerà certamente per tutto il mandato, vista la sua "reale" malattia e chissà se lasceranno lavorare Capriles, come è giusto che sia.
Staremo a vedere. Intanto il Venezuela si è diviso in due.
CdF

2012/09/25

Pianosequenza: Il Ritorno! La provocazione ad alta tensione di Louis Nero


Il 3 ottobre esce la nuova edizione del dvd del fil PIANOSEQUENZA, distribuito da Eagle Pictures Home Video. Nuova veste e nuovi extra emozionanti. Ottimi critiche alla 61° Mostra Cinematrogafica di Venezia . Un’unica lunga sequenza senza tagli o montaggi. Il sito ufficiale del giovane regista, che lascia il segno, Louis Nero è www.altrofilm.it, per curiosità e trailer www.youtube.com/user/Altrofilm

[Cosmo de La Fuente per Mediacontact.it –Ufficio Stampa -]

2012/08/17

Il diritto alla BIGENITORIALITA' in Italia non esiste



Nonostante si parli di diritto alla bigenitorialità questa non viene ancora applicata.

Inutile pensare che la politica si occupi veramente di questo.

Occorre cambiare il diritto di famiglia in Italia.

Il padre ama come la madre. Non dimentichiamolo.

2012/07/25

Miami


Contrariamente a quanto si possa immaginare la citta' di Miami non e' proprio libera come sembra. Per poter scattare delle foto di nudo artistico, di modelle e altro, bisogna fare i salti mortali. Non risulta essere quella gran metropoli che alcuni, erroneamente, pensano.
Nella citta' e' possibile ritrovare, in un certo senso, il mondo latino di paesi come il Venezuela e soprattutto Cuba. Molti i cubani che vivono a Miami.
Il tutto miscelato con quel poco di America che qui giunge.
Molti i locali che stanno chiudendo perche', ahime', si vive la crisi. Aria condizionata a manetta perche' il caldo umido non perdona.
La nostalgia del nostro Venezuela non passa, neppure stando a Miami.
CdF

2012/07/18

Casini agli sgoccioli...paura di sparire, terrore di Silvio

(Adnkronos/Ign) - "Il ritorno di un governo Berlusconi sarebbe un film dell'orrore". Lo dice Pier Ferdinando Casini, ospite di Radio Anch'io su Rai Radio 1. L'esponente centrista torna a ribadire, per il dopo 2013, di confidare "in un patto fra progressisti e moderati".

"La frattura tra l'Udc e Silvio Berlusconi - aggiunge il leader centrista - è evidente e irreversibile". Il vero problema di Berlusconi, per Casini, "è che ha governato male: anche per questo è incomprensibile il dialogo con lui".

Poi precisa: "Alfano, tra virgolette, mi piace, anche se dissento con lui su tante cose, a partire da Berlusconi: su di lui la vediamo in maniera antitetica. Ma adesso, rieccolo", il ritorno del Cavaliere. "Per noi è molto diverso un Pdl imperniato su Berlusconi da un Pdl guidato da Alfano. Attenzione, però, dico al Pdl: si può prendere qualche voto in più, ma poi restare emarginati. Fate attenzione".

Quanto alla legge elettorale, Casini è convinto che "si cambierà". "Nessun uomo politico con la testa sul collo - specifica - può pensare di affrontare la prossima campagna elettorale con questa legge. Nessuno sarebbe in grado di fare le liste espropriando gli elettori della possibilità di scelta". Per ora l'intesa con Alfano e Bersani non c'è ancora, ma "c'è la consapevolezza - assicura il leader centrista - che un accordo si troverà".

Parlando di Monti, Casini dice: "non rimarrà disoccupato, perché l'Italia non può fare a meno dei suoi uomini migliori. Io lo ritengo uno degli uomini migliori del Paese - ribadisce il leader centrista - farne a meno sarebbe un errore". E il futuro del Professore? "La vita è bella - risponde - perché è varia. Vedremo".

Soffermandosi sulla situazione in Sicilia, il leader dell'Udc la definisce "catastrofica", la Regione "è diventata una sede dove si fanno solo nomine, un nominificio". E la lettera inviata dal premier "è di grande responsabilità". Poi spiega: "Il governo sta cercando di evitare che la Sicilia vada a fondo, bisogna ringraziare il governo. E' veramente assurdo - aggiunge - che oggi qualcuno abbia il coraggio di appellarsi e strumentalizzare l'autonomismo regionale, per dire che il governo vuole violare l'autonomia della Sicilia".

Interviene anche su Marchionne ritenuto da Casini "un grandissimo manager". Detto ciò, però, "sta cercando di portare Fiat fuori dall'Italia". E che "se ne vada alla chitichella, è una cosa molto negativa". Dunque, "prima di santificarlo bisognerebbe attendere un pochino. Io, da italiano - precisa Casini - non lo santificherei affatto. La Fiat negli anni ha avuto grande attenzione da parte del settore pubblico. E l'attuazione di investimenti in Italia, di cui Marchionne ha parlato più volte, francamente non l'ho vista".

Sarà la paura di sparire dalla faccia della politica italiana? Casini, infatti, è in picchiata. Amen. CdF

2012/07/17

Rocco Casalino a Vero Tv

Francesca Cipriani: “Quando ho rifatto il sedere l’ho fatto perché sono stata plagiata dai mass media. Puoi essere preparata quanto vuoi, aver studiato all’Actor Studio, ma alla fine ai provini ti chiedono sempre: bene, adesso girati!
A me hanno rotto le scatole perché mi sono rifatta il seno e il sedere e di Belen che si è rifatta naso, labbra, zigomi, addome, seno… si dice che è di una bellezza stratosferica!””

Rocco Casalino: “Mi fanno vomitare tutte queste ragazze giovani che si mettono con dei vecchi cessi milionari, molto meglio Belen che almeno si è scelta un bel figo.” Rocco è rimasto nel cuore del pubblico pur non avendo avuto ancora un exploit che meriterebbe.
Roberto Alessi: “Belen e Stefano in crisi? Macchè, mi ha invito questo sms: “Non mi sono mai lasciata con lui (Stefano De Martino,ndr), e mai nemmeno litigata. Ma sai come funziona, devono pur scrivere qualcosa…”
Michela Roth: ha parlato della sua vita da maestra ma, soprattutto, dei suoi progetti futuri. Il calendario e lo spettacolo con il Coronel Milza. Un duo destintato a far parlare di sé per la sensualità di Michela e per la simpatia di uno sketch in stile Zelig. Da non perdere a cominciare da quest'autunno.

2012/07/11

Le Iene con Ilary Blasi..ancora

In questa calda estate, dove la tv propone palinsesti sempre più scarni al punto da spingere il pubblico a lasciar spento l’apparecchio, ecco arrivare delle notizie che rallegrano gli spiriti degli amanti dei programmi di Italia 1 che ci hanno fatto compagnia per lunghi mesi nella scorsa stagione televisiva. E’ proprio di ieri la conferma che sul canale Mediaset più amato dai giovani tornerà la bellissima Ilary Blasi al timone de “Le Iene” ma non si sa ancora chi la affiancherà alla conduzione. Dopo l’andirivieni della scorsa edizione si spera che in questa stagione ci sarà un pò più di stabilità e qualcuno sta facendo circolare il nome di Piero Chiambretti: toccherà a lui vestire i panni di iena? O sarà Cosmo de La Fuente nei panni del Coronel Milza?
Pensavate che Belen Rodriguez sarebbe sparita dalla televisione a causa dei suoi trascorsi burrascosi? Bene, vi sbagliavate. Colorado Cafè, confermato anche quest’anno per dodici puntate, avrà nuovamente come padroni di casa Paolo Ruffini e la showgirl argentina: gli eventuali fischi rivolti a Belen dovrebbero essere ormai un lontano ricordo e nell’eventualità in cui qualcuno dovesse fischiare, si possono sempre eliminare in fase di montaggio.
Ma le risate tornano su Italia 1 anche grazie a Zelig Off, condotto dall’inedita coppia Katia Follesa e Davide Panlate, che per otto puntate accompagneranno il pubblico in seconda serata.

2012/06/29

Balottelli: al diavolo il razzismo!


Ora che Balotelli è quasi un eroe nazionale, anche se del calcio, cambieranno atteggiamento i razzisti di casa nostra?
I gol di questo straordinario giocatore rappresentano qualcosa di più di una vittoria calcistica?
Ho visto la partita contro la Germania, insieme ad alcuni immigrati, anche di colore. Ai gol di Balotelli hanno esultato più di tutti. Forse perché lui, di pelle nera, in qualche modo li ha fatti sentire, almeno per novanta minuti, parte di una comunità che a stento li riconosce, anche se nativi italiani.
Forse anche Supermario, con i suoi gol, ha voluto dare un calcio al razzismo, nazionale e internazionale. Che a volte, negli stadi, accoglie i giocatori di pelle nera con gli squallidi e penosi “buuuu”. Le urla da trogloditi, sono state spesso interpretate dai commentatori televisivi come manifestazioni di paura per l’avversario di colore. Non ho mai creduto a questa interpretazione. Ma dopo la vittoria di ieri dell’Italia, grazie al gioco dell’intera squadra e alle prodezze di un talento del calcio – con tutti i suoi eccessi caratteriali e comportamentali – viene da pensare che i “buuuu” nei suoi confronti, se ne sentiremo ancora, saranno solo di paura per i suoi gol.
Se i gol di Balotelli serviranno contro il razzismo lo sapremo presto: qualche sondaggio non mancherà. Però, se è vero tutto questo, anche chi pensa che il calcio sia solo uno spettacolo per adulti in calzoncini corti che inseguono la palla, dovrà ricredersi: una partita può avere significati che vanno oltre l’esultanza del momento per un bellissimo gol.

2012/06/27

San Gennaro ha fatto il miracolo: Chavez è guarito

IL CORONEL MILZA GLI FA UNA SERENATA FESTOSA.

..MI PRESIDENTE...HERMANO DE LUCHA TE QUEREMOS MUCHO...LA LA LA


(ANSA) - CARACAS, 27 GIU - Il presidente venezuelano Hugo Chavez ha detto di non avere bisogno di altri trattamenti per il cancro, dopo che alcune settimane fa i test medici hanno rivelato che e' in buona salute. ''Ho gia' fatto quello che dovevo fare - ha risposto Chavez alla domanda se dovesse sottoporsi ad ulteriori trattamenti -. In questo momento, per l'orizzonte che posso vedere... non mi aspetto nulla di simile.

Tutto quello che mi aspetto e' combattere e trionfare'' alle elezioni presidenziali.

2012/06/22

Il Bacio di Obama e Chavez vince!


Il Bacio di Obama e Chavez vince!
CANNES - Vince il bacio tra Obama e Chavez: "Unhate", la campagna di comunicazione di United Colors of Benetton, ha ricevuto al Festival internazionale della creatività di Cannes il riconoscimento Press Grand Prix, che premia la migliore campagna stampa a livello mondiale.

La campagna, ideata da Fabrica, centro di ricerca sulla comunicazione di Benetton Group, e realizzata in collaborazione con 72andSunny, ha diffuso tra l'altro le immagini di Sarkozy che bacia Merkel e di Abbas con Netanyahu. Nel contesto della competizione, "Unhate" (che aveva presentato anche un manifesto, poi ritirato, con Papa Benedetto XIV) parteciperà come finalista anche nelle categorie Film e Film Craft, oltre che per il prestigioso Leone di Titanio.

2012/06/21

Sara Tommasi ama lo scandalo









Sara Tommasi denuncia: “Mi hanno drogata”

In realtà sono solo le parole di una bella ragazza che vuole, ad ogni costo, farsi notare, ma lo sta facendo, secondo me, nel modo sbagliato.

Dice la verità o mente sulla storia del porno? Ci sono tre voci ormai che si accavallano: quella della ex bocconiana che afferma di essere stata drogata per girare il film, Alfonso Luigi Marra il quale afferma che la Soubrette abbia il “vizietto” degli stupefacenti e adesso a parlare è lo stesso produttore del porno.

Il produttore del film porno dichiara: “«La signorina Sara Tommasi, con la quale ho sottoscritto un regolare contratto di collaborazione, non ha mai assunto alcuna sostanza stupefacente né prima e né durante le riprese del video porno di cui sono produttore. Non so cosa pensare. Mi ha confermato di voler continuare con gli altri progetti che avevamo in cantiere”.

Peccato che una bella ragazza come Sara si lasci andare in situazioni di questo tipo. L’avessi gestita io avrei certamente tirato fuori il meglio, presentando al pubblico la parte interessante che questa ragazza certamente possiede nella sua anima. Le foto giuste, le interviste giuste e la volontà, disinteressata, di far emergere la positività. Peccato.

Cosmo de La Fuente

2012/06/20

Chavez super favorito alle prossime elezioni

VENEZUELA VERSO LE PRESIDENZIALI – Inizierà tra poco meno di quindici giorni in via ufficiale la campagna elettorale tramite la quale si deciderà l’esito delle elezioni presidenzialidel prossimo ottobre in Venezuela. Ieri un importante studio è stato reso noto da Germán Campos, il direttore dell’istituto di ricerca Consultores 30.11, che pratica sondaggi in vista delle votazioni. I dati che emergono dallo studio sono interessanti e parlano di un consenso largo e diffuso per il presidente uscente Hugo Chavez.

Se si dovesse votare ora per eleggere il nuovo presidente venezuelano, ben il 57,8% dei cittadini sceglierebbe di riassegnare la poltrona al socialista Chavez, mentre solo il 29,7% dei consensi andrebbe al candidato della destra Henrique Capriles Radonski.

I pareri raccolti da Germán Campos sono stati presentati nel corso di un’intervista televisiva e sono il risultato di un’indagine a tappeto effettuata su un campione di 3,850 persone intervistate dal 12 al 14 giugno scorsi.

Comparando i dati di questo sondaggio con quelli delle ricerche condotte tra febbraio, marzo e maggio, Campos ha dimostrato che il grado di consenso riscosso da Chavez è rimasto sostanzialmente invariato, mentre è considerevolmente diminuito l’appoggio a Capriles, il quale è passato da un 32% al 29,7% attuale. “Capriles non è stato in grado di raccogliere a sé il supporto che aveva prima di febbraio”, ha detto il sondaggista.

Consultores 30.11 ha raccolto impressioni anche in relazione all’operato del presidente Chavez ed ha indagato per delineare le cifre dell’appoggio al progetto socialista del leader venezuelano. Due su tre tra i cittadini del paese latinoamericano avrebbero una visione positiva del lavoro svolto da Chavez e addirittura il 47,2% sosterrebbe la proposta di istituire uno stato sul modello socialista. Contrario a quest’ultima opzione sarebbe invece il 33,1% dei venezuelani.

2012/06/15

Chavez si ricandida


Caracas,  (Adnkronos/dpa) - Il presidente del Venezuela Hugo Chavez si e' formalmente candidato alle elezioni del 7 ottobre, malgrado la sua battaglia contro il cancro. E a smentire le voci che gli danno pochi mesi di vita, ha poi cantato con un coro folkloristico e tenuto un discorso pubblico di oltre due ore. "Sono ancora qui", ha detto il presidente 57enne, promettendo "un'altra vittoria rivoluzionaria" e scagliandosi contro l'opposizione "necrofila" che prevede la sua prossima morte.

Curiosità:

2012/06/13

Mediacontact Miami

Nasce Mediacontact Miami, socità di promozione artistica a livello mondiale. Uno dei direttori artistici è Rodolfo Stefany. Tra i primi artisti di casa nostra ad essere stati contattati: Cosmo de La Fuente e Michela Roth. 
Michela è in procinto di uscire su calendario 2013. L'uscita prevista per agosto di quest'anno. 
                                                                  www.mediacontact.it

2012/06/10

Boateng e Melissa Satta: furia d'amore a Miami



MIAMI - Miami è ormai una meta obbligata per i vip. Dopo Rita Rusic, Ilary Blasi e Totti, anche Melissa Satta e Kevin Prince Boateng hanno scelto la Florida come meta per le loro vacanze.Curve mozzafiato e un bikini da favola, Melissa non ha risparmiato baci e coccole al suo "Prince", che ricambia le cortesie. Pare proprio che la storia d’amore tra i due procede a gonfie vele.

2012/06/06

Chavez: vogliamo il nostro Paese

(ANSA) - CARACAS, 5 GIU - Il presidente del Venezuela Hugo Chavez ha assicurato che la ''rivoluzione alla Simon Bolivar'' da lui condotta e' ''irreversibile''. Chavez ha accusato l'opposizione di ricevere ''appoggi esterni'' per pianificare ''azioni contrarie alla tranquillita' del Paese'' in vista delle elezioni presidenziali di ottobre alle quali e' ricandidato.

''Dobbiamo assicurare l'indipendenza, condizione per passare al secondo piano, che sara' di accelerazione nella transizione fino al socialismo''.

Chavez, por favor, déjanos vivir en Venezuela, tente el paìs pero de verdad verdad, también nosotros necesitamos a nuestra amada Tierra.
Cosmo

2012/06/03

Il fidanzato di Roberto Formigoni si chiama Alberto Perego

Leggiamo su Gay.it:

E' un fiume in piena, Pierangelo Daccò, l'uomo vicino a Formigoni che faceva da intermediario tra le aziende sanitarie private e la Regione Lombardia e che è in carcere per le inchiese San Raffaele e Maugeri.
Un fiume che stra travolgendo tutto l'ecosistema che, in un modo o nell'altro, gira intorno al Presidente lombardo da 17 anni. L'ultima vicenda tira in ballo l'azienda di consulenza torinese Soges che si sarebbe agiudicata un appalto da 25.960 euro presso la Regione Lombardiaper un servizio di "supporto al monitoraggio" per il programma "dell'Obiettivo Cooperazione Territoriale Europea Spazio Alpino". E fin qui non ci sarebbe niente di interessante se non fosse che l'azienda è di proprietà al 50 per cento di un certo Alberto Perego, amico stretto di Formigoni. Anzi, di più: "coinquilino" da 20 anni.
A raccontare la vicenda è il sito del Corriere della Sera che aggiunge particolari sul rapporto tra Perego, 64 anni, e Formigoni. Perego, infatti, non è un amico qualunque tra i tranti del presidente Formigoni, ma un amico speciale con il quale vive da 20 anni insieme ad altri uomini, iMemores Domini, un gruppo di laici appartenenti a Comunione e Liberazione la cui esistenza in quanto comunità è riconosciuta dal Vaticano fin dal lontano 1988. Una comunità, a quanto pare, basata supovertà, castità, obbedienza.E, sempre secondo le rivelazioni del Corriere, in quella casa di via Villani si vive una vita da perfetta comunità: la mattina preghiera insieme, turni per lavare le stoviglie e rigovernare e poi tutti via per una giornata di lavoro. Ma tra tutti, il preferito di Formigoni sembrerebbe proprio Perego se è vero che è con lui che Formigoni avrebbe passato il Capodanno 2010-2011 di cui le cronache parlano da mesi, vissuto dopo un volo privato costato 100 mila euro.
E c'è di più. Perego sarebbe anche l'intestatario dei contratti fittizi per l'uso per quattro mesi nel 2007 della barca Ojala, costata 36.000 euro. Sempre Perego, poi, è l'uomo attraverso il quale Formigoni rimborsa   le         spese   di         alcuni            voli      a          Daccò.
Ancora Perego è amministratore delegato dell'Istituto nazionale di genetica molecolare, una fondazione che si occupa di terapie e strumenti diagnostici per i tumori i cui membri del cda vengono scelti dal Ministero della Salute, da quello degli Esteri, dal Policlinico di Milano e, guarda caso, dalla RegioneLombardia

2012/06/02

Venezolanos en Italia: "Tal Cual" habla de Cosmo

Carlos Gullì, mejor conocido como Cosmo de La Fuente, es un venezolano multifacético.

Fue uno de los primeros cantantes en promover la música latina en Italia durante los años

80, ha actuado en varias películas y series de televisión, tiene una empresa de comunica-

ciones y, desde hace 21 años, es dueño del único restaurante de comida venezolana en

Piemonte.

De padre italiano y madre venezolana, Gullì cambió su Caracas natal por Villar Dora, a 30

kilómetros de Turín, en 1978. “Mi sueño era ser cantante, y

mientras estaba en Venezuela me ofrecieron uncontrato en Italia”, recuerda Gullì, quien se dio aconocer con los éxitos “Bailando Meneadito” y“Baile Tropical”.Consciente de que su carrera musical noduraría para siempre, estudió idiomas y se especializó en traducciones y doblaje.Paralelamente, abrió un restaurantejunto con su amigo Pepe Ritaccio. Lo llamaron Sabor Tropical y lo presentaron como un local de gastronomía caribeña, aunque la decoración y el menú eran venezolanos.“Cuando comenzamos, los italianos no conocían Venezuela, solo sabían de Brasil y Cuba”,explica. Actualmente, el restaurante es un puntode referencia para los venezolanos que tienennostalgia del país a tal punto que, en diciembre, los pedidos de hallacas lesllegan de toda Italia.Según Gullì, Sabor Tropical esuna expresión de su personalidad. “No es solamente comida, sino cultura” dice, sinesconder que a él de Venezuela le hace falta todo,desde los perfumes de las flores y la comida, hasta los defectos que caracterizan al venezolano.

CLICK HERE

Louis Nero . L'Altrofilm -



E' sbarcato on-line il nuovo canale You Tube della società di produzione e distribuzione cinematografica l'Altrofilm. Trailer, backstage interviste e speciali per conoscere meglio il favoloso mondo del cinema. Ogni settimana la possibilità di approfondire il mondo del dietro le quinte attraverso nuovi video. Aspttando l'imminente lancio di un festival che distribuirà il cortometraggio vincente.

L'Altrofilm



Ho voluto segnalare la nota dell'Ufficio Stampa della casa di produzione del regista Louis Nero perché, oltre ad aver avuto modo di conoscerlo, ho potuto apprezzare alcuni dei suoi lavori che definire: interessanti, nuovi e avvincenti, è dir poco.

Prossimamente la Mediacontact.it pubblicherà un'intervista al regista Louis Nero. Da tener d'occhio!

Cosmo de La Fuente per Mediacontact.it






2012/06/01

Belén incinta di Stefano



Belen Rodriguez sarebbe incinta, e la notizia è di quelle che ruba le prime pagine dei giornali di gossip. Stefano De Martino le tiene la mano e insieme mostrano il tatuaggio che hanno appena fatto in un laboratorio di Torre del Greco (nella foto in Home si intravede il disegno scelto da Belen). I due avrebbero anche scelto il nome della futura bimba, che si chiamerà Talita.



La loro storia è nata sotto i riflettori di Amici 11 e continua sotto alle luci del gossip che inesorabilmente segue ogni loro minimo passo, non solo di danza. Belen, la showgirl più desiderata d’Italia, e Stefano, il ballerino di Torre Annunziata diventato famoso grazie ad Amici, si sono conosciuti danzando sul palco di Maria De Filippi. Il colpo di fulmine è stato inevitabile, come inevitabile è stato il dolore che ha dovuto provare Emma Marrone, presente anche lei ad Amici tra i cantanti big.Ha lottato Emma, non ha abbandonato il programma, ha cantato la sua rabbia e l’amore per la sua musica. Dovevano sposarsi Emma e Stefano, ma al fascino di Belen è davvero difficile resistere. Stefano e Belen si amano, la stessa Belen è entrata nello studio di Amici, tra valanghe di fischi, per dichiararlo.



Il loro amore è talmente forte che Belen e Stefano sono subito corsi dal tatuatore personale del ballerino, Carlo di Torre del Greco, per incidere sulla loro pelle la loro unione.E’ arrivata anche la nuova casa a Roma dove sono andati a convivere ed infine l’anello di fidanzamento. E come ogni favola anche questa sembra avere un dolce lieto fine: Belen mostra delle rotondità sospette. Tutti ricordano quando Belen perse sfortunatamente un figlio durante i primi mesi di gravidanza, quando ancora era fidanzata con Corona. Il desiderio di maternità di Belen è presente e lo dimostrano anche le foto scattate per le strade di Verona dove Belen e Stefano coccolano un bellissimo bambino di una fan.Ieri, la coppia è stata «paparazzata» in un locale di Roma, dove Belen e Stefano hanno cenato con la madre e la sorella della showgirl. Due settimane fa era stata Belen a conoscere la famiglia del ballerino, in una puntata notturna a Torre Annunziata.



Michela Roth parla di bigenitorialità



2012/05/31

Il Papa non ci sta


Città del Vaticano, 31 mag. (TMNews) - Si fa fatica a trovare un precedente. Nel corso del Pontificato di Benedetto XVI non sono mancate incomprensioni con l'opinione pubblica, difficoltà diplomatiche, polemiche ecclesiali. Quando scoppiò il caso Williamson, il vescovo lefebvriano che nega la Shoah, il Papa prese carta e penna e inviò una lettera a tutti i Vescovi del mondo per rispondere alle obiezioni e ai malumori che aveva suscitato la sua decisione di revocare la scomunica ai tradizionalisti. Il famoso discorso di Ratisbona fu seguito da precisazioni e puntualizzazioni dei maggiorenti di Curia e del Papa in persona. Più in generale, Benedetto XVI ha sorpreso più di uno con uno stile inusitatamente diretto, ad esempio quando si è fatto intervistare senza giri di parole dal suo connazionale Peter Seewald nel libro 'Luce del mondo'. Ma non era mai successo, tanto meno con tanta tempestività, che il Pontefice rompesse il tradizionale riserbo vaticano e prendesse la parola, di fronte a migliaia di pellegrini, per smentire, controbattere, blindare i suoi collaboratori."Gli avvenimenti successi in questi giorni circa la Curia ed i miei collaboratori - ha detto Benedetto XVI, a sorpresa, a conclusione della consueta udienza generale in piazza San Pietro - hanno recato tristezza nel mio cuore, ma non si è mai offuscata la ferma certezza che nonostante la debolezza dell'uomo, le difficoltà e le prove, la Chiesa è guidata dallo Spirito Santo e il Signore mai le farà mancare il suo aiuto per sostenerla nel suo cammino. Si sono moltiplicate, tuttavia, illazioni, amplificate, da alcuni mezzi di comunicazione, del tutto gratuite e che sono andate ben oltre i fatti, offrendo un'immagine della Santa Sede che non risponde alla realtà. Desidero per questo rinnovare la mia fiducia, il mio incoraggiamento ai miei più stretti collaboratori e a tutti coloro che quotidianamente, con fedeltà, spirito di sacrificio e nel silenzio mi aiutano nell'adempimento del mio ministero".Il Papa, 85 anni, ha scandito parola per parola, con voce ferma, quasi fremente, come raramente accade. Segno che la misura è colma. Segno che la polemica innescata dalla fuga di notizie e documenti riservati della Santa Sede soprannominata Vatileaks, culminata nella pubblicazione del libro 'Sua Santità' di Gianluigi Nuzzi (Chiarelettere), nelle indagini a tappeto, e nell'arresto del maggiordomo del Papa Paolo Gabriele, ha innescato una polemica senza precedenti nella recente storia vaticana. E segno che Benedetto XVI non intende stare a guardare, né tanto meno tirarsi indietro.

Il Papa, insomma, non ci sta! Sono anni che deve sopportare quelle che, secondo lui, sono insinuazioni. Il Vaticano è pulito, dice, ma noi sappiamo tutti che così non è. I pedofili dove sono finiti? Perchè non sono stati giudicati e condannati? Come mai chi osa indagare sul Vaticano viene definitivamente o allontanato o fatto marcire in galera?

No caro Ratzingher, queta volta non basteranno le tue parole e, per favore, fatti un esame di coscienza. Comincia tu a dare il buon esempio, la pantomima è finita.

2012/05/28

Lele Mora: condannato per la sua amicizia "importante"

MONSUMMANO. Erano un po’ come l’allievo e il maestro. Lui, Alessio Sundas, inventore del marchio “Umbrella girls” e controverso protagonista del mondo della moda. L’altro, Dario Mora detto Lele, ex anfitrione dello spettacolo tv e per la Procura di Milano anche sensale di belle ragazze per le notti di piacere a uso e consumo dell’ex premier Silvio Berlusconi. Capita, però, che l’allievo non solo non superi il maestro, ma lo denunci ritenendosi danneggiato dal comportamento di chi considerava un modello da seguire.
La storia che verrà raccontata a febbraio davanti al giudice di pace di Monsummano non riguarda Berlusconi, né quanto siano state eleganti o piccanti le cene nelle sue residenze. È successo che Sundas, 41 anni, residenza a Montecatini, ma domicilio e nuova attività a La Spezia, abbia querelato Lele Mora sostenendo di essere stato minacciato dopo aver chiesto il pagamento di una fornitura di stivali per una campagna pubblicitaria con Elenoire Casalegno.
La Procura della Repubblica ha citato in giudizio Lele Mora, 57 anni, residenza a Lugano, domiciliato da quasi un anno nel carcere di San Vittore per la bancarotta da 8 milioni della Lm Management che gli è costata un patteggiamento a 4 anni e 4 mesi. Per una volta Sundas si trova nella condizione di parte offesa in un procedimento penale.
L’articolo che avete appena letto non è mio, ma è di Pietro Barchigiani ed è apparso su ‘Il Tirreno’ on line. Che dire? Mi pare che Lele Mora, con tutti i difetti che possa avere e tutti i reati che si sarebbe macchiato, la sua peggior sfortuna è stata quella di diventare amico di Silvio Berlusconi. Il peccato che non gli viene perdonato è proprio quello e anche questo Sundas non fa eccezione. Siamo all’inseguimento delle streghe.
Se avesse assassinato qualcuno forse sarebbe già uscito dal carcere, ma chi si mette contro il Papa o a favore di Berlusconi, deve essere annientato. Mi pare che questo sia la tendenza della gente.
Cosmo de La Fuente

Segui Cosmo su Twitter

This man is wanted: Cosmo de La Fuente


Lo solicitan a Miami pero él sigue en Italia, esperemos no se marche tan pronto. Los Italianos pueden perder el pesonaje que, escribiendo en Italiano, ha hecho famosas muchas personas.

Quédate con nosotros

Corinne Spennazza per
Mediacontact.it

2012/05/24

No NUOVO diritto di Famiglia? No VOTO!



Se questo Stato opportunista non
si decide a pensare ad un nuovo diritto di famiglia che non penalizzi nessuno enon massacri i minori con decisioni superficiali e crudeli, non merita neppureche si prenda in considerazione le sue parole.
Lo dico e lo sottoscrivo.
Ad oggi non c’è nessun politico, nessun partito che abbia preso o che abbia intenzione di prendere sul serio questa grave lacuna della società italiana. Diciamo basta!
Condividi!
Cosmo de La Fuente

Chi salverà il "padre"?


Siamo alle solite! Quando c’è di mezzo un uomo, a fronte anche soltanto di un sospetto di reato che nulla ha a che vedere con la sua paternità, deve essere, comunque, penalizzato. Parolisi  è sospettato di essere l’assassino di Melania, ma questo non posso stabilirlo io, anche perché chi se ne occupa c’è. Se è lui colpevole di un omicidio di quel tipo deve pagare e stare in galera a vita. Non posso dire che si tratta di una persona a modo, certo: traditore, maialone, bugiardo e chi più ne ha più ne metta. Chi siamo e cosa rappresentiamo, noi padri, colpevoli di essere il 'maschio'  prima di qualsiasi altra colpa.

Non mi risulta che Parolisi, però, si sia macchiato di qualche atteggiamento sbagliato nei confronti di sua figlia e neppure la famiglia di origine. Non capisco allora come in questo Paese esistono sempre due metri di valutazione che, guarda caso, si rispecchiano sempre nella dualità maschio femmina.

Perché assassine, condannate, come la Franzoni può continuare a vedere i suoi figli (accusata di averne ucciso uno), mentre Parolisi, che non ha fatto mai male a sua figlia, non può più vederla? Perché in questo Paese esistono ancora cittadini di serie B e cittadini di serie A?

Non dimentichiamo il caso di Faccini, di cui mi sono occupato per sua richiesta,il carabiniere che uccise ex moglie, amante della stesa e madre, disperato e ormai impazzito dalla rabbia dopo che per l’ennesima volta un avvocato della premiata ditta ‘divorzificio’ e la madre di suo figlio continuavano a dirgli che ormai aveva perso la Patria potestà.

La mamma è sempre la mamma, recita una sorta di proverbietto trito e ritrito, anche se è un assassina di figli, il padre, invece, malgrado sia solo sospettato e non dei propri figli, è sempre il mostro. Questo nel paesi dei luoghi comuni. Chi si occuperà del diritto ad essere 'padre'?
Silenzio. Non fidatevi ancora di nessuno.
Cosmo de La Fuente


2012/05/21

Gianluca Buonanno: braccia tolte all'agricoltura padana

...gnurant....


Gianluca Buonanno, ragioniere diplomato a stento, sostiene che la Padania esiste perché esiste il Grana Padano. Un livello intellettivo così alto non lo avrei mai supposto. La cosa che mi starebbe più a cuore sapere, però, è di quant’è il suo (i suoi) stipendi: sindaco, prosindaco,parlamentare, ecc.
Chissà quante volte avrà approfittato di occasioni per migliorare il suo stato sociale e, poi, appartenere a un partito che si è macchiato di tanta corruzione come "La Lega", non dovrebbe certo portare lustro a un individuo di così scarsa cultura.
Che ragioniere! Meglio Fracchia, almeno lui è simpatico.



di Leo Ciomei: Eh, confesso che non ho una sperticata fiducia nel nuovo governo Monti anche se spero in un nostro Rinascimento. Ma, ascoltando le farneticazioni sullaPadania di questo signore (chiamarlo onorevole mi sembra eccessivo) di 45 anni,deputato Lega Nord, diplomato ragioniere (ah, domani vado a restituire il miodiploma), non rimpiango certo che il suo partito sia adesso all’opposizione.
Il geniodella grattugia, il De Gasperi del parmigiano, in altre parole, GianlucaBuonanno, il deputato leghista passato alla storia del pensiero politicomondiale per aver teorizzato l’esistenza della Padania “in quanto esiste ilGrana Padano”, stamattina s’è svegliato tutto contento per la sconfitta delNapoli contro il Chelsea. L’onorevole Ciccio Formaggio ha scelto l’aula dellaCamera per dare sfogo al proprio entusiasmo, quando è intervenuto per attaccareil sindaco De Magistris e i napoletani sul decreto rifiuti in discussione inquel momento in aula.

Dopo avervomitato offese e cattiverie degne del suo curriculum di sindaco del comune diVaralle, nel Vercellese, famoso non a caso per il suo Carnevale, Buonanno s’èvendicato così delle umiliazioni calcistiche, politiche e casalingheevidentemente subite dai meridionali in una vita malinconica trascorsa nell’ecodei rutti di Bossi: «Allora, capisco che oggi i napoletani siano tristi – hadetto Buonanno a Montecitorio – perché ieri sono usciti dalla Champions leaguee, quindi, sono anche un po’ più arrabbiati per quanto riguarda il tema dellaraccolta dei rifiuti visto che non hanno più modo di divertirsi dato che nonsono capaci di stare in Europa neanche nel calcio».
Dai banchi del Pd Luisa Bossa, deputata Napolista, lo ha invitato a smetterla,ma lui ha proseguito: «Era l’unico modo che avevavano per stare in Europa, oraneanche quello…». E il delirio proseguiva, fino a concludersi con la morale suquest’Italia “che è una Reubblica delle banane”. Le stesse che probabilmentetormentano Buonanno ogni qual volta il Napoli vince. In questi casi, onorevole, meglio restare fermi.

Fonte: Il Napolista

Uno cheparla così non dovrebbe occupare certe cariche.

CdF

Il terremoto nell'Emilia

Finale E. (Modena), 21 mag. (TMNews) - Il sindaco di Finale Emilia, nel modenese, ha iniziato domenica mattina a piangere all'alba e fino a sera, con gli occhi gonfi e rossi, ha provato a trovare un alloggio a quattromila persone rimaste fuori casa. Il responsabile della Protezione civile di un piccolo comune in provincia di Ferrara ha dato ordini a forza di adrenalina e di rabbia perché "scavare, togliere le lamiere e trovare dei morti è diverso che decidere a tavolino cosa fare". I parroci guardano disperati le chiese ridotte in mucchi di pietre. E chi non ha posto nelle tendopoli allestite sotto la pioggia, si attrezza con gazebo e con le auto. Ognuno lo guarda a modo suo questo terremoto che alle 4.04 di ieri ha fermato l'Emilia-Romagna, inaspettato, avvenuto in un'area considerata a media-bassa pericolosità sismica. Il bilancio è drammatico, anche se vista l'intensità (sei grandi di magnitudo) sarebbe potuta andare anche peggio: sei morti, centinaia di feriti, tremila gli sfollati.

Se fosse avvenuto durante la settimana il numero delle vittime sarebbe stato di gran lunga maggiore, viste le decine di piccole imprese che da oggi lasceranno a casa i propri operai non avendo letteralmente più i muri, gli attrezzi e gli strumenti. La campagna di Bologna, Modena, Ferrara è la più colpita. Coldiretti calcola danni ingenti agli allevamenti e alla produzione di Parmigiano e di Grana Padano. Al momento incalcolabili sono i danni al patrimonio artistico. Cinque persone sono morte sotto le macerie e una sesta, nel bolognese, è morta per malore causato dall'ansia delle scosse notturne.

Il capo della protezione Civile, Franco Gabrielli, ha assicurato che la priorità sarà quella di sistemare al più presto le persone sfollate. Mentre il presidente della Regione Emilia-Romagna, Vasco Errani, ha già chiesto lo stato di emergenza nazionale. Oggi le scuole saranno chiuse per le verifiche dei tecnici. I danni alle chiese e alle strutture pubbliche sono al momento incalcolabili.

2012/05/19

Belen insaziabile e Stefano s'ingelosisce

 Ombre sul rapporto fra Belen e De Martino: la coppia sembra scoppiare davanti ai sospetti di una relazione fra la show girl e Simone Annichiarico. Stefano non vede bene la loro amicizia e avrebbe proibito a Belen di vederlo. La showgirl ubbidirà all’uomo del quale sabato scorso ha detto di essersi innamorata? Vedremo.
Eppure chi sta vicino ai due non sembra temere la fine della relazione. Cecilia Rodriguez non si capcacita dell'accanimento delle persone nei confronti della sorella Belen per la storia con Stefano De Martino. "Ci sta tanto male - spiega la 20enne - perché è molto sensibile. E' famosa, la gente la vede sempre allegra, diversa da com'è in realtà. Ogni cosa che le dicono la fa soffrire. A peggiorare tutto, poi, ci si è aggiunto l'incidente in moto. Meno male che è arriva subito anche mia mamma dall'Argentina".
Secondo Maria De Filippi: "Belen è una professionista scrupolosa. Non punta solo sulla bellezza. Simpatica, intelligente, capace di scelte coraggiose, o spudorate. Dipende dai punti vista. Certo, fa una vita assurda: sempre braccata da fotografi e giornalisti. Per me è da marziani, per lei è normale".
da Ogginotizie.

Insomma che dire, pare che la Belén sia insaziabile, da piccola ha ricevuto un sacco di giocattoli e ora vuole un sacco di Toy Boys.

2012/05/18

Michela Roth la foto con Carlos - nuovissima! -

Michela Roth e Carlos Cosmo de La Fuente a Castello di Serravalle. Sorridono contenti.
Cosmo è diventato da poco anche il suo Ufficio Stampa e Manager.
Corinne Spennazza
Mediacontact

2012/05/17

L'odore del corpo piace di più


(AGI) - Washington, 17 mag. - L'odore del proprio corpo potrebbe essere piu' seducente di un profumo. A dirlo e' una ricerca condotta da un gruppo di scienziati dell'Universita' di Stirling, nel Regno Unito, e della Charles University di Praga pubblicata su 'PLoS one'. In particolare, le donne tenderebbero a preferire l'odore del maschio dominante e sarebbero particolarmente sensibili a questo profumo durante il periodo piu' fertile del ciclo mestruale. Al contrario, le donne sembrerebbero sentire meno attrazione per l'odore maschile durante il mestruo, rispetto a quando c'e' l'ovulazione. I ricercatori hanno chiesto a un gruppo di volontari di valutare l'odore di altre persone, con e senza un profumo aggiuntivo. "L'odore naturale del corpo era quello che aveva maggior successo. In alcuni casi, il profumo migliorava l'odore, ma in altri poteva addirittura peggiorarlo", ha spiegato Jan Havlicek, fra gli autori della ricerca. Secondo gli studiosi, l'odore naturale del corpo potrebbe avere avuto un importante ruolo evolutivo, essendo una impronta individuale inconfondibile e svelando agli altri, inconsciamente, la nostra personalita'.

2012/05/13

Pastor Maldonado. vince Formula Uno- VIVA VENEZULEA


BARCELLONA - Pastor Maldonado ha vinto il Gp di Spagna davanti a Alonso. E' il suo primo successo.
Il venezuelano della Williams si è portato al comando dopo aver fatto
registrare una serie di giri veloci che gli avevano permesso di
rosicchiare terreno su Fernando Alonso: al secondo pit stop al giro 26/o
lo spagnolo della Ferrari è uscito dai box e si è ritrovato alle spalle
di Maldonado. Alonso secondo è il miglior risultato della stagione, un
segno di incoraggiamento per Maranello. Nel finale Fernando ha tentato
di avvicinarsi a Maldonato, ma ha dovuto rinunciare per un calo di
rendimento delle gomme.
Quando ci ha chiamati da Milano, mesi fa, per sapere dove poteva venire a mangiare le specialità venezuelane, si è presentato dicendo semplicemente : MI CHIAMO PASTOR.
Felicidades Hermano

2012/05/12

Allarme Rosso: ultimissime sull'Italia dei disperati. Equitalia diventa il nemico


Allarme per le agenzie Equitalia sparse per il paese. Possono dire quello che vogliono, ma il sistema è loro, proprio e specifico di Equitalia. Tirare il sangue da una rapa è impossibile e quando si è impossibilitati a pagare, perchè veramente i soldi non ci sono, cosa dovrebbe fare un povero cristo? Una rapina? Suicidarsi? Ma siamo impazziti? Quanto uno Stato riduce così i suoi abitanti, che a 50 o 60 anni devono chiedere aiuto alla famiglia di origine per andare avanti, questo significa che siamo in un Paese incivile, da abbandonare, da lasciare senza guardarsi indietro. La gente non ne può più, bisogna opporsi, manifestare, andare oltre perchè un Monti (ricco), una Fornero (milionaria) non possono chiedere altri sacrifici. Ignoranti, tecnici del cavolo, ma se i soldi non li abbiamo dove dovremmo scovarli?
Basta, non possiamo più essere pecore. Bisogna che cambi!
Questo è il pensiero degli italiani ormai.
Fuggire da questo Paese o Cambiare...a noi la scelta

2012/05/11

Manifestazione in piazza Carignano

Giornata di mobilitazione venerdi’ 11/05/2012h. 20,30 piazza carignano A tutti I commercianti artigiani e autonomi“Chiudono le nostre imprese, chiude l’Italia…Vivono le nostre imprese, cresce l’Italia”: è questo il messaggio - impresso su 10mila volantini e 15mila locandine da giorni affisse alle vetrine dei negozi di Torino e della provincia – con cui Ascom-Confcommercio e Confesercenti di Torino e provincia hanno inteso organizzare una grande “giornata di mobilitazione”, presentata questa mattina nella sede Ascom di via Massena e concepita con il duplice scopo di “rivendicare il futuro delle imprese” e di “difendere il potere d’acquisto delle famiglie”.E’ la prima grande manifestazione “unitaria” del genere, programmata a livello nazionale. PARTECIPA ANCHE TU …. LAMENTARSI NON BASTA BISOGNA AGIRE ! ! !

2012/05/10

- Passera: troppi disoccupati, molti di più di quanto ci dicono le statistiche



La società italiana è a rischio, cifre di disoccupati o mal occupati che sfiorano i 6 milioni di unità. Siamo messi molto male, insomma, e il ministro non nasconde preoccupazione e pessimismo. Anche oggi si segnalano due suicidi economici e tra un po’ non faranno neppure notizia.  
"Il disagio sociale diffuso e' legato alla mancanza di lavoro in Europa in generale ma che nel nostro paese e' piu' ampia di quello che le statistiche dicono''. Ad affermarlo e' il ministro dello Sviluppo economico Corrado Passera, secondo il quale ''e' a rischio la tenuta economica e sociale del Paese" perche' il disagio investe "meta' della nostra societa'". Proprio per la mancanza di lavoro: "se mettiamo insieme disoccupati, inoccupati, sottoccupati e sospesi arriviamo a 5-6- forse 7 milioni di persone. Se moltiplichiamo per i loro familiari arriviamo alla meta' della nostra societa'''.
Siamo in un momento critico e rabbioso. Gli atti di intimidazione a Equitalia sono almeno 270 da novembre 2011.
Come possiamo pensare di rasserenare questo clima di paura, di povertà e di preoccupazione? Non abbiamo nemmeno la speranza che arrivi, finalmente, qualcuno che possa governare ‘bene’ l’Italia.
CdF