10/9/10

Sarah Scazzi, Michele Misseri e la mamma Concetta

Non mi voglio soffermare sulla povera Sarah vittima di un orco, un essere immondo indescrivibile che farebbe bene a porre fine alla propria vita da solo, senza aspettare di venir giudicato.
Non voglio nemmeno parlare di un avvocato che ha il duro compito di difendere certa feccia umana.
Vorrei soltanto dire che la mamma e la zia, moglie dell'assassino, avevano già sentore di quanto stava accadendo, dal momento che la ragazzina aveva anche parlato di soldi che lo zio gli aveva dato affinchè tacesse circa le sue avances.
Come può una mamma non porre rimedio a questo e cercare di proteggere la propria figlia anche parlandone con tutti? Lasciamo anche perdere il padre che pur sapendo della sparizione è rimasto in Lombardia.
Non riusciremo mai a capire cosa ci sia nella mente della gente ma credo l'ignoranza abbia fatto da padrona in questa triste storia.
Ha ragione Nicky Vendola, presidente della Regione Puglia, quando chiede il silenzio. Il diritto, almeno, di sapere privatamente e non in maniera pubblica.

No comments: