10/16/10

Alessio Burtone, lo squallido assassino di Maricica, andrà in carcere e speriamo che ci resti a lungo. Alemanno: punizione severissima.16 ottobre 2010




















Alessio «sta male, è sotto choc», ha dichiarato il difensore del giovane, l’avvocato Fabrizio Gallo, che ha incontrato stamane il pm Calaresu. Secondo quanto riferito dal legale il suo assistito «ha paura di andare in carcere», ed è in attesa di capire cosa succederà. I tempi per un suo ritorno in cella comunque non sono brevi. Il prossimo passaggio della vicenda potrebbe registrarsi allorquando venisse concesso l’incidente probatorio per poter ascoltare i testimoni della lite che ha portato alla colluttazione fatale tra Maricica e il ragazzo.

«Il Comune di Roma si costituirà parte civile come in tutti i casi di violenza contro le donne, che in questo caso è anche gratuita», ha annunciato il sindaco di Roma, Gianni Alemanno. «Siamo tutti colpiti dal fatto che una donna possa morire per motivi così futili, per un’aggressività senza senso», ha aggiunto il sindaco a margine di un incontro con le comunità cinesi d’Europa. «saremo vicini alla famiglia pagando le spese per i funerali e il trasporto della salma. Ho conosciuto per qualche momento il marito Adrian e mi è sembrata un’ottima persona, il che dimostra che ci sono tantissimi immigrati che lavorano seriamente e con grande impegno a favore della comunità italiana. Dobbiamo quindi superare ogni pregiudizio - ha proseguito - perchè la violenza e le buone azioni possono arrivare da qualsiasi parte».
Alessio sta male? Chi se ne frega! Non stava male quando ha colpito a morte una donna lavoratrice onesta, non stava male quando si divertiva a scazzottare persone inermi. Il tamarro romano non stava male, si allenava in palestra e poi pestava la gente. L'Ivan italiano, proprio come lui. Che marcisca in galera e che sia di esempio a quanti abbiano intenzione di seguire il suo esempio. Chi lo difende dovrebbe solo vergognarsi.

No comments: