4/29/10

Francesco Tadini: un maniaco in galleria


(Adnkronos/Ign) - Arrestato il figlio del pittore scomparso Emilio: pronto a pagare fino a 4mila
euro per rapporti con bambine. Nel suo pc 1.250 fotografie di contenuto pedopornografico e vari video. Lui si difende: mi servivano per indagare artisticamente l'abiezione umana.
Che scuse idiote!
Sono scattate all'alba le manette per il gallerista milanese Francesco Tadini, figlio del pittore scomparso Emilio Tadini, accusato di aver fatto sesso, in cambio di soldi, con una minorenne, possesso di materiale pedopornografico, tra cui anche foto di bimbi seviziati.
Gli agenti della squadra Mobile di Milano lo hanno bloccato nella sua abitazione in via Jommelli, nello stesso palazzo dove c'è l'ex studio del padre, e dove i poliziotti avevano già sequestrato alcuni computer e hard disk.
Stando alle indagini, nel pc del gallerista sono state trovate circa 1.250 fotografie di contenuto pedopornografico, oltre ad una cinquantina di video. Nell'ordinanza di custodia cautelare emessa, gli viene contestato di aver scaricato immagini e filmati che ritraggono anche bambini di 10 anni ripresi in posizioni erotiche, in atti di autoerotismo, sadici, oltre a scene di sevizie.
(La foto è presa dal suo account in Facebook)
CdF

No comments: