1/14/10

mamma Elena rivuole la sua bambina


Ciao Cosmo, ti racconto un la mia storia..
Ho conosciuto mio marito 14 anni fa in una chat,da li abbiamo iniziato la nostra storia,dopo 4 anni ci siamo sposati perchè sono rimasta incinta e sono iniziati i primi problemi:casa sempre piena dei suoi amici che giocavano a carte fino al mattino e..in più,da me, si mangiava e si beveva senza problemi. Alla nascita della bambina,dove ho rischiato la vita, mi sono occupata di lei in tutto e per tutto scoprendo un anno dopo di avere un artrite reumatoide ma ugualmente la portavo a scuola a 20 km da casa, l’accompagnavo alle attività sportive,insomma facendo quello che qualsiasi madre farebbe per un figlio.
Il mio unico svago era chattare e conoscere gente, con mio marito non c’era dialogo e sia io che la bambina non siamo mai uscite con lui. Come se tutto questo non bastasse mi ha allontanata da tutti i miei cari, ed io stupidamente ho accettato per amor suo, ma lui non si privava di nulla; frequentava night,usciva con gli amici ed io zitta. Un anno fa mi ha fatto vendere la casa che avevamo acquistato insieme per poi prenderne un'altra insieme ai suoi genitori e al fratello, quando gli ho chiesto di intestarla ad entrambi mi ha risposto "non ti fidi di tuo marito?" Nel mese di luglio ha chiesto la separazione dicendo che non sopportava più vedermi sempre in chat e accusandomi di trascurare mia figlia. Inizialmente è stata una separazione consensuale e io avrei dovuto abbandonare la sua casa portando con me la bimba altrove. Però quando ha messo giù le condizioni ho dovuto rifiutare, mi voleva dare 250 euro al mese e dovevo lasciare casa entro sei mesi, una cosa assurda. Ho deciso di consultare un legale e da quel momento sono iniziati i guai perché a lui non andava bene che io mi fossi ribellata e dopo di quello ha deciso di volere la bambina. Premetto che lui ha un'altra ,una storia che ho scoperto. Lui continua a contestarmi di essere disoccupata, di essere invalida, di non essere in grado di occuparmi della bimba e io mi domando: - fino ad ora chi si è presa cura di lei?- E’ possibile che si ricordi solo ora che io non sto bene?Poi una sera, dopo l'ennesimo litigio,lui mi ha urlato in faccia che quella era casa sua. Non ha mai dato un euro per la bimba, ho deciso di andare da mia madre,ho preparato le valigie e tra urla,in presenza dei suoi genitori e dei miei son andata via avvertendolo che sarei passata dalla questura.
lui mi ha denunciata,senza curarsi della bimba, ha chiesto la separazione per colpa e l'affidamento esclusivo della figlia in modo crearle il trauma di un abbandono del tetto familiare, ma il trauma di perdere la mamma non c'è? Mia figlia la notte è agitata. Una sera parlando con lei sono riuscita a farle buttare fuori quello che le faceva male ,mi ha detto :"mamma ho un peso nello stomaco" .Ho cercato di confortarla e di farle capire che non permetterò mai a nessuno di portarla via da me, ho lottato per averla e lotterò per non perderla. Ho paura, c ma son anche convinta che la legge esiste e che nessun giudice tolga una figlia alla madre che si è sempre occupata di lei annullandosi completamente.
Grazie .. mi è servito anche da sfogo.
Elena (nome di fantasia)

1 comment:

Anonymous said...

salve sono quella mamma ke nn voleva cedere la figlia...mia figlia è con me ma lui e la sua famiglia continua con minacce,insulti,violenze psicologike...e la legge cosa fa?nulla da ragione a ki ha soldi ed io sono qui a soffrire... e cosa dovrò aspettarmi?anzi cosa si aspettano?vogliono vedermi morta?sono stanca e nn so fine a ke resisterò e so benissimo ke è ciò ke vogliono...