1/23/10

Emma Bonino e le grinfie di Michele Santoro



E' cominciato il teatrino delle accuse. La sinistra non ci sta questa volta, è troppo abituata ad accusare del privato di tutti e quando entra entra in gioco il proprio passato (non privato) non si presta al gioco. Che Emma Bonino sia stata una di quelle "inguacchiesse" che praticavano aborti clandestini mentre una sigaretta spegneva e una accendeva. Sinceramente non potrei sentirmi sicuro pensandola come presidente del Lazio. Che ci sia dentro Brass poco importa, ma che l'appoggi Battiato mi dispiace un po'.
Anche Michele Santoro non ci sta, questa volta c'è lui nel mirino dei sexy ricatti che a noi poco importano. Anche lui e il suo intimo pupillo Travaglio sono diventati noiosi da morire. Lo sappiamo che parlare di Berlusconi rende molto, l'interesse è ancora vivo. Ma durerà per sempre? E' mai possibile che nei palinsesti tv Rai non ci sia altro tema che la saga di Silvio? Non ci sono argomenti importantissimi da affrontare che non riguardino sempre i soliti soggetti?

No comments: