12/26/09

Antonio Di Pietro: cafone, arrogante e maleducato. Una vergona italiana.



Dal il sito de Il Tempo

Il leader dell'Idv straparla e sul suo sito scrive una "letterina" di Natale in cui chiede di eliminarlo. Politicamente. Un espediente che non va considerato solo come una trovata folkloristica
.

Come tutti gli arroganti e cafonacci di scarsa cultura, che non riescono nemmeno a parlare in maniera corretta la lingua italiana, così don Antonio si esprime, definendo Berlusconi 'diavolo'. Da buon ignorantone, non sapendo più che pesci prendere, si arrampica sugli specchi (forse detto in questi termini 'terra terra' riuscirà a comprenderne il significato) usa elementi della credenza popolare come il 'maligno'. Non resiste all'idea di non trovarsi lui al posto del presidente del consiglio, perchè nel suo animo tipicamente fascista (è proprio Tonino a dimostrarsi illiberale e antidemocratico)ci deve essere lui e basta. Un paese governato da un elemento simile scadrebbe agli occhi di tutto il mondo, non solo per le sue idee contorte ma anche per via del suo linguaggio che è uno schifo e una vergogna.

No comments: