7/8/09

Vladimiro Guadagno . Luxuria se lo vuol tagliare.



Sfoglia la margherita, Vladimiro Guadagno in arte Luxuria (nella foto). Una margherita un po’ fuori dai canoni floreali, che il candore è troppo democristiano, meglio petali fucsia o leopardati. Cambio o non cambio, mormora l’ex deputato transgender di Rifondazione. Materia del cambiamento né le gomme né l’olio né i filtri, ma il sesso. Che sarà pure questione psicologica e di come uno «si sente», ma l’anatomia dice la sua sul genere: «Non ho ancora fatto questa scelta - spiega Luxuria -, ma non l’ho esclusa. Il cambiamento di sesso è un’operazione irreversibile». Insomma, il transgender che passò dalla «Mucca Assassina» a Montecitorio fino all’«Isola dei Famosi», ancora non sa cosa sarà da grande. Anche se la testata della rivista a cui ha rilasciato l’intervista già fa capire che a prescindere dall’esito dello sfoglio della margherita, Vladi è così: «Diva e donna».

Che strano, una volta, ospite a Matrix con allora Mentana aveva detto di essere attivo e che non avrebbe mai rinunciato al suo pene. Oggi, arricchito dalla pensione a vita grazie alla sua candidatura offerta e realizzata da Bertinotti, Luxuria può mettersi la costosa operazione. Tanto gliel'abbiamo pagata noi.

Si è gia rifatto le chiappe, il seno, il naso a nostre spese, ora tocca al pisello.

No comments: