7/24/09

Padre massacrato da ex moglie velenosa



Diritto di padre azzerato
Ho conosciuto un uomo di nemmeno quarant’anni annientato dalla violenza psicologica da parte della sua ex moglie. Nel 2009, nonostante il gran parlare che si è fatto ci sono delle donne (delle…non tutte) che usano ancora i figli come arma impropria. Quest’uomo, a un certo punto della sua vita, molto onestamente ha detto a sua moglie che, per motivi che loro soltanto conoscono, voleva separarsi. Da quel momento la donna è diventata una vera strega e una madre indegna, dal momento che non si è tirata indietro a utilizzare un bambino di sei anni per vendicarsi del marito. Ha accusato il padre di molestie sessuali e porcherie varie senza nemmeno pensarci due volte. Giuseppe è disperato e ha perso oltre venti chili. Passa un assegno all’ex moglie e non può vedere il suo bambino finchè è sotto inchiesta. Assistenti sociali che non gli permettono nemmeno di avvicinarsi. Hanno sequestrato i suoi computer e non hanno trovato nulla di strano, hanno rovistato in casa e non hanno trovato niente. Si basano esclusivamente sulle false parole della madre accecata dalla rabbia. Ma è mai possibile questo? Sarebbe stato così se si fosse trattato di una donna? Che schifo! Chi si occuperà ancora del diritto di famiglia? Né destra né sinistra l’hanno fatto seriamente. Una vergogna tutta italiana. Forza Giuseppe.
Giuseppe è di Torino.

No comments: