2/16/09

Peccato


Caro Cosmo,
mi chiamo Ivan e sono italianissimo, ma ho anche alcune amicizie venezuelane, ed è proprio per questo motivo che ho seguito con molto interesse la questione del referendum costituzionale, ed il tuo sito è l'unica fonte che ne faceva parola fino a ieri, quando improvvisamente tutti i giornali hanno iniziato a parlarne, cosa che io trovo scandalosa.
Brogli o meno, sono a dir poco sconvolto dalla vittoria del fronte del si, ma non sorpreso.
Chavez è a tutti gli effetti un dittatore e ciò che ha fatto ieri è stato solo legittimare questa sua posizione, ma sono convinto che anche qualora il referendum avesse dato esito negativo avrebbe comunque trovato il modo di mantenere il potere, magari candidando qualcuno di suo comodo.
Quello che mi sconvolge è l'assoluta mancanza di buon senso da parte di una parte del popolo venezuelano. Forse dettata dall'ignoranza, forse dalla paura, forse da entrambe, non so. Quello che so è che questo risultato rafforza non solo Chavez ed il suo operato a livello nazionale, ma dà un forte seganle anche a quelli che sono i suoi alleati, che ormai vedono in questo despota la nuova guida della cosiddettà revolucion. Inoltre potrebbe essere la molla che spinge altre realtà, come per esempio le Farc colombiane, ma non solo, ad una nuova, e più intensa offensiva per la conquista del potere.
In sostanza io credo che sia una sconfitta del popolo venezuelano e della democrazia mondiale.
Questo è il mio punto di vista molto sintetico e marginalmente informato della realtà delle cose, perciò mi farebbe piacere se tu mi, esprimendomi il tuo punto di vista, mi correggessi laddove ho sbagliato, o integrassi le cose che ho detto solo per metà.
Siete un popolo eccezionale, ma ora c'è seriamente il rischio che voi perdiate il vostro sorriso e la vostra immensa gioia di vivere.
Cordiali saluti
I I

Grazie I...
speriamo lo capiscano anche gli altri.

No comments: