1/6/09

Mai i figli al padre: tradizione non vuole!


La donna, separata, ha sparato un colpo di pistola all'addome del coniuge
Lite per l'affido dei figli
Trentenne uccide il marito
Tragedia a Caltagirone. La donna ha confessato
CALTAGIRONE (Catania) - È stata fermata per omicidio volontario Zaira Ritrovato, la donna di 30 anni accusata di avere ucciso, al culmine di una lite sull'affidamento figli, il marito coetaneo, Ugo Alba, a Caltagirone.

LA CONFESSIONE - Il provvedimento è stato emesso dal sostituto procuratore, Eliana Dolce, a conclusione dell'interrogatorio della uxoricida, che è reo confessa. La donna ha confermato di avere sparato un colpo di pistola all'addome del coniuge, dal quale si era separata, al culmine di una lite sull'affido dei loro due figli, di 11 e 6 anni. Marito e moglie in passato avevano presentato denunce incrociate per minacce e ingiurie nell'ambito della loro causa di separazione. La notizia del fermo dell'indagata è stata confermata dal procuratore capo di Caltagirone, Francesco Paolo Giordano, che ha sottolineato che «ci sono ancora dei particolari della vicenda che devono essere chiariti dall'inchiesta». Le indagini sull'omicidio sono state eseguite dalla polizia di Stato.
Fonte: corriere.it

1 comment:

Anonymous said...

[quote][Image]La donna, separata, ha sparato un colpo di pistola all'addome del coniugeLite per l'affido dei figliTrentenne uccide il maritoTragedia a Caltagirone. La donna ha confessatoCALTAGIRONE (Catania) - E stata fermata per omicidio volontario Zaira Ritrovato, la donna di 30 anni accusata di avere ucciso, al culmine di una lite sull'affidamento figli, il marito coetaneo, Ugo Alba, a Caltagirone. LA CONFESSIONE - Il provvedimento e stato emesso dal sostituto procuratore, Eliana Dolce, a conclusione dell'interrogatorio della uxoricida, che e reo confessa. La donna ha confermato di avere sparato un colpo di pistola all'addome del coniuge, dal quale si era separata, al culmine di una lite sull'affido dei loro due figli, di 11 e 6 anni. Marito e moglie in passato avevano presentato denunce incrociate per minacce e ingiurie nell'ambito della loro causa di separazione. La notizia del fermo dell'indagata e stata confermata dal procuratore capo di Caltagirone, Francesco Paolo Giordano, che ha sottolineato che «ci sono ancora dei particolari della vicenda che devono essere chiariti dall'inchiesta». Le indagini sull'omicidio sono state eseguite dalla polizia di Stato. Fonte: corriere.it[/quote] i agree

PS offtopic [url=http://vidbar.tv]watch movies online[/url] yes all new movies here