7/28/08

Unicredit: una banca molto sexy


Non solo prodotti bancari e conti correnti, Unicredit si butta sull'hard. Incredibile ma vero.

Unicredit si butta sui sexy shop
23 luglio 2008 alle 11:54 — Fonte: tgfin.mediaset.it
voteWidget(471016, 0)
La banca entra nei sexy shop attraverso la controllata Hypo Vereinsbank. Rilevato il 10% del capitale aziona- rio di Beate Uhse, catena a luci rosse leader in Europa.
mi chiamo Franco S, sono un normale cittadino italiano, risiedo a Bologna dove faccio il medico, sono un padre di famiglia.Sono uno dei milioni di vostri clienti in Europa. In famiglia abbiamo un conto corrente (il xxxxxxx), un mutuo per pagare la prima casa e un deposito titoli. Niente di speciale, un cliente e una famiglia come tanti altri.Leggo sui giornali che la "mia" banca avrebbe comprato il 10% della catena di sexy shop Beate Uhse (Sueddeutsche Zeitung del 22 luglio 2008); evidentemente in tempi difficili per la finanza non bisogna temere investimenti "spregiudicati".Bene: la stessa "spregiudicatezza" mi riservo di usarla anche io nelle prossime settimane salutandovi e spostando conto corrente, mutuo e deposito titoli in un altro istituto bancario.Concludo ammettendo realisticamente l'insignificanza di questo mio gesto isolato (infatti mi propongo di pubblicizzarlo nella rete dei media cattolici che leggo o di cui faccio parte). Non mi ritengo un idealista sprovveduto e so bene che la banca "ideale" non esiste; vorrei solo una banca di cui non vergognarmi troppo.

F.S.

Bologna

cosmo de la fuente

No comments: