6/26/08

Il governo venezuelano nasconde qualcosa

Roma, 24 giugno 2008 - Le famiglie italiane coinvolte nella tragedia di Los Roques, già ampiamente provate dal dolore per la scomparsa dei propri cari, esprimono - tramite i propri avvocati - «il loro sdegno di fronte all'incomprensibile ed inaccettabile comportamento delle autorità venezuelane» e chiedono che il governo italiano compia tutti i passi ufficiali necessari «al fine di chiarire, al di là delle carenti e scarne giustificazioni tecniche fino ad oggi fornite sull'incidente, cosa sia realmente accaduto all'aereo Let 410 della Transaven il giorno 4 gennaio 2008», in cui rimasero coinvolti otto italiani.
I familiari, in una nota diffusa dai legali Giovanni Bonifacio e Fabio Bencivelli, chiedono anche «che vengano ammessi alle operazioni di ricerca del velivolo degli osservatori italiani, ciò nel rispetto delle reciproche potestà ma anche delle rassicurazioni del Presidente Chavez».
Il presidente del Venezuela, ricordano ancora i legali, aveva a suo tempo dichiarato l'ampia disponibilità ad una collaborazione tecnica alle ricerche e aveva esplicitamente invitato, come suoi ospiti, le famiglie degli scomparsi a visitare il Venezuela per verificare, di persona, lo stato delle ricerche del velivolo. Ma nemmeno l'intervento personale del Ministro Frattini - conclude la nota, comunicato dal ministero degli Esteri alle famiglie - ha sortito, ad oggi, alcun esito.

No comments: