9/10/07

La Chiesa in Venezuela



AMERICA/VENEZUELA - Preoccupazione della Chiesa locale per l’esproprio di scuole e centri sanitari cattolici da parte del Governo
Roma (Agenzia Fides) - L’Opera di diritto pontificio “Aiuto alla Chiesa che Soffre” (ACS) ha ultimamente denunciato il crescente timore manifestato da sacerdoti e laici che il governo espropri le scuole cattoliche del paese.“Un sacerdote che dirige una scuola si è detto preoccupato per la confisca da parte del governo di scuole e centri sanitari della Chiesa, come parte del programma di nazionalizzazione dei settori dell’istruzione e sanitario”, riporta il comunicato dell’ACS.Le scuole nel paese sudamericano “si vedono sempre più minacciate” perchè lo Stato esercita la sua influenza nell’insegnamento, obbliga ad utilizzare esclusivamente “materiale approvato” e promuove l’indottrinamento della popolazione.Il responsabile dei progetti di ACS per l’America Latina, Javier Legorreta, ha notato una “crescente minaccia” per la Chiesa in Venezuela. “La Chiesa venezuelana ha bisogno innanzitutto della nostra solidarietà, delle nostre preghiere e del nostro appoggio morale”, ha detto Legorreta.ACS è un’opera di aiuti internazionali di Diritto Pontificio, fondata in Germania poco dopo la Seconda Guerra Mondiale; attualmente è una delle cinque istituzioni cattoliche più grandi di aiuti internazionali nel mondo. Finanzia progetti in oltre 100 paesi.
Gabriel Costa

1 comment:

Anonymous said...

Per completezza e maggiore pluralità segnalo il link di un articolo sullo stesso argomento comparso su adista http://www.adistaonline.it/?op=articolo&id=37048