7/21/07

Castro pellaccia dura



Ha la pellaccia dura Fidel Castro e anche lui rinasce dalle ceneri. Circondato dai suoi amici Chavez ed Evo Morales, la setta rossa sudamericana, riprende a dirigere il gioco. Il suo figliol prodigo Hugo ne segue bene le impronte.
AGI
Berlino, 21 lug. - Intende recarsi a Cuba quanto prima l'ex cancelliere tedesco Oskar Lafontaine, gia' leader socialdemocratico e ora alla testa della Linkspartei, il Partito della Sinistra: al settimanale 'Der Spiegel' ha dichiarato di voler andare a trovare Fidel Castro, ancora convalescente dopo l'intervento chirurgico all'addome cui questi fu sottoposto quasi un anno fa. Lafontaine e il 'Lider Maximo', ricorda la rivista, si sono gia' incontrati diciannove anni fa, quando il primo era a capo del governo regionale del Saarland, di cui e' nativo; Castro lo ricevette nella propria residenza ufficiale all'Avana. Nell'intervista a 'Der Spiegel', l'ex cancelliere tesse le lodi non solo di Fidel ma anche dei suoi due principali alleati in Sud-America, il presidente venezuelano Hugo Chavez e quello boliviano Evo Morales. Poco tempo fa Lafontaine avrebbe voluto compiere una vista anche in Iran, ma poi rinuncio' poiche' il partito era poco convintodell'opportunita' di un tale viaggio. (AGI)