6/18/07

Lo scandalo delle rivelazioni di Carlos G. da Miami - Washington trema


SESSO E POLITICA: VENEZUELA - MIAMI – ITALIA, LE PORNO ESPERIENZE DI UN SEXY DIVO CHE HA CONOSCIUTO, MOLTO INTIMAMENTE, I PERSONAGGI PIU’ FAMOSI DEL MONDO.
Scottanti rivelazioni di un escort venezuelano a Miami.
Washington trema!
(di Cosmo de La Fuente - fonte 'La Voce di Fiore')

Ciao Carlos, è la prima volta che faccio un’intervista a un venezuelano che si chiama come me, la cosa mi intriga un po’. In Italia non tutti ti conoscono, sei un attore di film porno, celebre negli Stati Uniti e sei un po’ la risposta venezuelana a Rocco Siffredi anche se i tuoi film sono,per lo più, a sfondo omosessuale.
Parlaci di te, a ruota libera. Conosco alcune vicende della tua infanzia a Caracas e sei uno dei molti venezuelani che hanno lasciato il paese con l’avvento di Chavez. Oggi, però, non parliamo di politica. Racconta..dai.

Si, sono venezuelano e sono arrivato a Miami circa quattro anni fa. Come molti altri cercavo una vita migliore e, visto che tutti mi dicevano che ero un bel tipo, e, conscio di essere anche dotato di un membro superiore alla media, mi sono messo in testa di cercare il successo, progettando di rivolermi, inizialmente, agli ambienti della cinematografia erotica, per poi passare al cinema serio. Un po’ come fanno tutte quelle attricette che iniziano da puttanelle e diventano poi star di Hollywood. Scusami se parlo così, ma diversamente non renderebbe l’idea.
Perché Miami e non Hollywood?
Ero più vicino al mio Venezuela. Anche a Miami si può sfondare nel cinema sai, non obbligatoriamente occorre recarsi a Los Angeles. Ho provato a propormi come attore, ma come succede in tutto il mondo, non è così facile. I direttori di casting, non so come sia in Italia, sono dei veri maiali, sia uomini che donne, mi chiedevano di fargli vedere il pene e il sedere e, alla fine mi proponevano parti porno gay, ho concluso che, come alternativa, potevo fare solo il Go.-Go boy. Ne cercavano parecchi nei locali gay di Miami e ho accettato di dimenarmi mezzo nudo sul bancone di uno di questi locali dove gli avventori, spesso vip, vengono protetti dalla curiosità della gente.
In che senso protetti?
Devi sapere che in questi locali la clientela è fatta, anche, da persone in vista, che amano, segretamente il ‘cazzo’. Lavorano nei loro uffici e studi professionali poi, ogni tanto, si concedono uno spettacolo porno gay e comprano il sesso a qualche bel ragazzo. Per lo più sono locali con tessera, proprio per tenerli al sicuro. Molti personaggi in vista, gli stessi che nei dibattiti politici condannano il sesso libero e l’omosessualità, si siedono ai tavoli o al bancone di questi ritrovi per maschi dall’omosessualità mimetizzata. Anche preti cattolici e prelati italiani di passaggio a Miami sono stati a letto con me. Ci sarebbe da scriverci un libro e chissà che non ti chieda di farlo un giorno o l’altro, sulle mie esperienze. Le vendite supererebbero il ‘Codice da Vinci’. D’altra parte hai visto bene di chi parlo, alcuni te li ho mostrati sui giornali e ho visto che sei rimasto scandalizzato.
Ancora rimango incredulo che certi personaggi così noti e potenti, spesso ‘bacchettoni’ siano stati con te. Ma c’è qualcuno ancora più importante degli altri vero?
Eccome, c’è un nome della Florida, altisonante e importantissimo, che se solo io e un paio di miei colleghi parlassimo, tremerebbe Washington. E’ sposato con prole, la domenica si reca in Chiesa con la famiglia e si mostra in pubblico come l’uomo politico perfetto. Vorrei proprio che tu dicessi chi è ma, alla fine, hanno sempre ragione loro. Guarda cos’è accaduto a Monica Lewinsky, ormai non è più nulla, mentre Clinton, colpevole almeno al 50%, continua la sua vita importante. Io sono uscito dal Venezuela dove non posso più rientrare perché il governo democratico di Chavez non sopporta l’omosessualità, figurati uno come me che ha fatto parlare di sé per via dei suoi films a contenuto omosessuale. Se lo sapesse la mia famiglia mi ucciderebbe, loro pensano che io sia una star delle pubblicità.
Torniamo al discorso di quel personaggio importante.
E’uno che tutta l’America conosce e, ripeto, se dicessi liberamente il suo nome credo che dovremmo cambiare il nostro di nome,per evitare guai. Siamo in Florida adesso no? Tacciamo che è meglio, ho persino paura.
Addirittura, e chi è, un capo mafia?
Ma no, parlo di politica e di potere americano, che è ancora peggio, scusa, non sai che l’America elimina tutto ciò che intralcia il percorso?
Dimmi:questo signore ti ha chiesto anche qualcosa di particolare?
Sai com’è, questa gente, che è abituata ad avere tutto, non si accontenta più di semplici rapporti sessuali, chiedono ‘sesso estremo’, di quello in cui ci si penetra in maniera veramente invasiva e fantasiosa e, oltre alle solite orge, ‘sex and drug’, che non fanno nemmeno più notizia, amano arricchire gli incontri sessuali anche con elementi strani, che superano persino il mio limite di sopportazione.
Ti assicuro che ne ho sentite tante e non sono nemmeno così ingenuo, ma non ho capito completamente quello che mi dici.
Hai mai sentito parlare di rapporti con animali? Nulla a che fare con sette sataniche o cose del genere, semplicemente c’è chi ama il sesso con le bestie. Lo so che può sembrare una vera schifezza a chi non ama questo genere, ma se ti pagano ‘bene’ accetti. Questo tizio famoso è proprio uno di quelli che ama farlo strano. Una volta ha chiesto di passare la notte con me e altri tre, ci ha implorati, continuamente, che lo sottomettessimo e che gli pisciassimo addosso,persino sulla testa e in bocca. Ama farsi sporcare con escrementi ed essere trattato come uno schiavo dei tempi di ‘radici’.
Un autentico cultore del pissing, del fetish e della penetrazione estrema. Ho pensato che fosse proprio il peggiore dei maiali. Un paio di giorni dopo la nostra esperienza l’ho visto per caso in televisione, ospite di un talk show, non so come facesse a stare seduto senza sentire dolore all’ano, vestito di tutto punto, parlava del danno causato dagli extracomunitari ispanici che entrano senza permesso di soggiorno. Che ridicolo! Solo due giorni prima si era fatto “trombare” da tre diversi extracomunitari ispanici, ingoiando di tutto, sapendo che nessuno era in possesso del permesso di soggiorno, promettendoci anche un aiuto per ottenerlo e poi andava in giro a dire quelle cose. Comunque ci ha pagati profumatamente. L’aiuto promesso, ovviamente, non è mai arrivato.
Siete in molti a Miami a fare questo tipo di lavoro, ho cercato di parlare con Lady Moon, una bellissima ragazza che, come te, si esibisce nei sexy locali in città. Perché, secondo te, le ragazze non parlano facilmente come ora stai facendo tu? Anche lei avrà avuto le sue esperienze come ‘accompagnatrice’ di uomini in vista, però non vuol saperne di concedermi un’intervista.
Il tuo lavoro, Cosmo, assume importanza quando metti in pericolo quello degli altri, non credi?
Lady Moon è molto conosciuta ed è in piena attività. Se ti concedesse l’intervista che vuoi perderebbe la sua clientela dal momento che la concorrenza è spietata tra donne. Hai visto quante bellissime squillo girano per Miami? Sembra l’isola di Margarita, dove vedi solo divine bellezze con il cellulare sempre a portata di mano. Per noi maschi è diverso, l’uomo che cerca l’escort maschio non ha molta scelta, deve farsi bene i suoi conti. I turisti in cerca di sesso si divertono in questa città, quelli ‘normali’, invece, non si rendono nemmeno conto in quale inferno siano finiti.
Torniamo a te. Oltre ad offrire prestazioni sessuali, di cos’altro ti occupi?
Oggi sono anche attore e stripper. Mi posso permettere di non andare a letto con nessuno. Non ho mai creduto di essere omosessuale sai, ma non so più cosa sono. Non mi pento di quello che ho fatto perché ho anche avuto alcune esperienze positive e, sinceramente, ho guadagnato anche parecchi soldi, alla fine, però, mi sento un po’ svuotato. Finchè il corpo mantiene mi esibirò, poi mi occuperò di organizzazione. Come casting director.
Non hai un amore?
Ora non più. Avevo una ragazza con la quale sono stato due anni, non capiva e non riusciva ad accettare il mio mestiere. Sinceramente di avere una relazione stabile con un uomo non mi va, così preferisco stare da solo.
Sei mai stato in Italia?
Si, certamente, sono stato una volta e ho visitato Roma e Milano, un uomo della politica americana di Miami doveva recarsi in Italia per lavoro, al mattino ha salutato moglie e figli e nel pomeriggio ha preso un aereo, insieme a me, alla volta dell’Italia. Mi presentava come un suo collaboratore ma credo che parecchie persone ,durante le sue cene di lavoro, abbiano capito che la nostra amicizia era particolare. Ad una di queste cene un commensale, presentatore della televisione italiana, ci ha pure provato con me.
Ti va di raccontarlo?
Nulla di particolare, mi ha raggiunto in bagno, mentre mi trovavo all’orinatoio con il membro tra le mani si è avvicinato e ha cominciato a guardarmi proprio in quel posto. Deglutiva vistosamente e, ad un certo punto, ha allungato una mano e ha provato a toccarmi. A me non andava però. Non mi va di regalarmi a nessuno. Voleva solo sesso veloce.
Chi era puoi dirmelo?
E’ uno molto famoso e facoltoso, me l’ha assicurato il mio amico. L’ho visto parecchie volte sulle riviste italiane. Anche lui molto ligio ai dettami della Chiesa. Io sono credente, ogni sera chiedo perdono a Cristo per quel che faccio ma poi, rivolgendomi a lui, dico: “ sbaglio, lo so, ma è anche un po’ colpa tua. Per uscire dalla miseria, cercando altro lavoro, mi sono trovato a fare questo. Se tu avessi solo voluto avresti potuto aiutarmi e invece non l’hai fatto. Se è vero che tutto è comandato da Dio, vuol dire che anche quel che faccio l’ha voluto lui. Perdoniamoci a vicenda allora..Amen”.
Grazie per tutto quello che ci hai raccontato.
Figurati. Alla prossima dai, dobbiamo anche metterci d’accordo per il libro.Devo andare ora, mi aspettano in albergo. Ciao.
Cosmo de La Fuente
* * * * * * * * * * *
Nota di agenzia:
1) L'articolo è prelevabile citando la fonte e l'autore
2) Oggi trovate, sulla destra del sito, tre demo per ascoltare : Que horror (Las Hermanas); Tormento de Amor (Cosmo de la Fuente y Adinne); Nenia (Cosmo de La Fuente)
Paolo Caruso

No comments: