6/21/07

Dì la tua: An dice che siamo maleducati



Caro Carlos, ho navigato un po' nel Vostro blog e mi spiace esserne uscito conun'impressione non buona.Mi spiace perché sono immagini e luoghi come il Vostro blog a screditare e a fare tacciare di immoralità e maleducazione l'omosessualità. Avrai letto sicuramente la Rassegna Stampa di questi giorni.Sappi che nessuno, dalla Chiesa cattolica in giù, ha, dal punto di vista umano e personale, assolutamente nulla contro gli omosessuali, quando,beninteso, questa condizione non integri - ma non è sicuramente il Vostro caso - fattispecie di reato.Del resto, però è scoraggiante vedere, come nel caso del blog, immagini ecaratteristiche presentate con piena e sconcertante mancanza di rispetto.Il mio sito, come quello di molti altri miei Colleghi, è visitato da decinee centinaia di persone, di ogni genere, estrazione sociale ed età, che ognigiorno lavorano e sperano in una società migliore: sono loro che logestiscono ogni giorno, in pieno rispetto di tutte le opinioni, ma nonvalicando mai il limite della decenza.Non vedo come i miei Cittadini ed io possiamo contribuire, con qualsiasiparola scritta e con i nostri pensieri, ai contenuti del Vostro blog.La Politica è una cosa seria, molto.Grazie per la Tua attenzione.
Un caro salutoFabrizio Santori
Presidente Alleanza Nazionale Municipio di Roma XVI
Risponde Carlos
Gentilissimo Santori,
tengo a precisarle che il nostro blog, che amiamo chiamare blogpress, non è altro che un incontro tra molte persone, le quali hanno ciascuna il proprio credo politico e, possibilmente non manifestato in queste pagine, ecco perchè la rubrica 'dì la tua' lascia spazio a tutti.
Ritenersi gay friendly, forse lei non lo sa, non significa che questo sito sia 'omosessuale', nessuno di noi lo è, siamo n.ro 6 redattori, quattro de quali regolarmente sposati ma di mentalità libera e democratica, che non interferiscono, cioè, sulle scelte sessuali degli altri.
Non abbiamo dichiarato mai nessuna posizione politica, anche se le nostre idee, spesso,vengono associate a quelle vicine al centro destra. Tranne che per alcuni pezzi inerenti a certa ipocrisia ecclesiastica.
Il racconto di Chantall, del Carlos di Miami (che non sono io...sia ben chiaro) è soltanto la testimonianza di due vicende di vita che non stiamo né condividendo né tantomeno elogiando. Rivelazioni accettate nell'ottica di mantenere il nostro stile leggermente provocativo per ottenere, ovvio, più letture. Ringrazio di cuore che non ci abbia accusati anche di reati legati all'omosessualità o cose del genere. Le consiglio di rileggersi i nostri post, se ha qualche minuto di tempo, si renderà conto di aver toppato questa volta.
Siamo educatissimi , accettiamo le idee e le parole di tutti. Cosa c'è di più maleducato che credersi migliori degli altri?
Cordiali saluti
Carlos

3 comments:

Anonymous said...

Tutto ok, ma nella risposta leggo "scelte sessuali"... La sceelta sessuale può essere se farlo sulla lavatrice o sul letto, ma l'omosessualità NON E' UNA SCELTA! Chi sceglierebbe di vivere una vita molto spesso difficile, emarginata, disprezzata?
L'omosessualità è una condizione umana, al pari di tutte le altre.
Grazie

Anonymous said...

Condizione umana, certamente, ma quand'anche fosse una scelta non riguarderebbe gli altri.

www.mediacontact.it said...
This comment has been removed by the author.