3/18/07

Papà

Scarica gratis 'Nenia' dal sito www.cosmodelafuente.com
(...)Rosy, una debole donna racconta: “in casa mia era mia mamma che si occupava dell’educazione dei figli, papà era ‘papà soldi’, responsabile ma troppo lontano. Dopo il divorzio dei miei genitori, non ricordo aver condiviso più bei momenti con il mio papà, le poche volte che lo vedevo parlava solo di lavoro. Durante la mia adolescenza ho avuto seri problemi di socializzazione con i miei compagni e non ho avuto buoni risultati scolastici. Sono stata una ragazza ribelle e ho sempre desiderato stuzzicare e far arrabbiare mia mamma, inconsciamente l’odiavo perché era stata lei a volersi separare da mio padre. Oggi ho 32 anni e non riesco ad avere una relazione affettiva duratura. Sono un medico dentista e ho trascorso 16 anni della mia vita passando da uno psicologo all’altro. Sono infelice senza un chiaro motivo, sento la mancanza di mio padre anche oggi che potrei correre da lui per abbracciarlo. Ho perso la sua voce, il suo profumo, il suo amore, sento la sua mancanza nello stomaco, nel cuore e nel cervello. Mi addormento piangendo come se fossi una bambina spaventata”. Ho pianto per la storia di Rosy, ma fatti come quelli raccontati da questa donna sono all’ordine del giorno, ne sanno qualcosa gli psicologi. Squilibri emozionali provocati dall’assenza della figura paterna durante la crescita sono la causa del malessere di molti adulti, si verificano a seguito di separazioni e di morte del padre. Marta racconta che suo marito lavorava instancabilmente per dare alla famiglia tutto, una bella casa e tutto l’utile e il dilettevole per i tre (...)
leggi la continuazione

No comments: