12/17/06

Marcopolo Tv : Laguna Blu


Le associazioni che si occupano di bigenitorialità hanno un obiettivo comune, o, almeno, così dovrebbe essere. Come mai esiste una certa competitività? In alcuni articoli si insinua, addirittura, che alcune di loro, sotto la direzione di esperti di mass media, in realtà vogliano soltanto spazio e visibilità. Che bella scoperta! Ma chi è che non vuole visibilità? Ci sono forse avvocati, medici, giudici, ecc. che non vogliono visibilità?
Credo che la cosa più importante sia riuscire ad arrivare alla meta prefissa e se insieme allo scopo si rendono anche visibili colo che lavorano per ottenerlo, chi se ne importa!!!
Anch’io sono stato accusato di cercare visibilità e, addirittura, di usare il lavoro degli altri per i miei interessi. Beh, scrivo e mi occupo, nel mio piccolo, di comunicazione e spettacolo, se volessi raccontare la cose a me stesso lo farei allo specchio. Ovvio che la visibilità avvalora quel che scrivo e che voglio comunicare…bella scoperta. Per quanto riguarda ‘utilizzare il lavoro degli altri’ credo proprio di non averlo mai fatto, anche perché non ho ancora avuto a che fare, professionalmente, con qualcuno di così importante da giustificare, in qualche maniera, un atto del genere.

PACS
Il messaggio del Senatore Maurizio Eufemi, che ha segnalato la discriminazione sui figli delle coppie non sposate, non è passato inosservato e sono certo che continuerà su questa strada.
Sperando, comunque, che questo governo non continui a valersi soltanto dei senatori a vita, mettendo continuamente una pietra su quello che sono le reali necessità degli italiani tra cui i troppi connazionali penalizzati dalla legge sull’affido. A quando la legge che permetterà di trattare la sottrazione di un minore da parte di uno dei genitori come un vero e proprio rapimento? Quando riusciremo a vedere i bambini trattati tutti allo stesso modo?
(v. news precedente del 14 dicembre).

Gay Tv comunica la sua imminente chiusura a causa di mancanza di pubblicità. E’ effettivamente simbolo di Tv di nicchia e alternativa ma sicuramente intelligente e più vera di altre. Non viene accettata apertamente e nessuna industria o marchio italiano, pur trattandosi di una tv molto seguita, ha accettato di fare pubblicità. L’unica cosa che posso dire è che si perde ancora un’occasione di tv di strada, nel senso bello della parola. Non solo per gli omosessuali, anche per tutti noi eterosessuali che avremmo potuto avere un confronto diretto. Ma la voce di Alessandro Cecchi Paone ancora non l’ho sentita. Alessandro se ci sei…batti un colpo!.
Chi fosse interessato al forum può entrarci dal seguente link:
http://www.gay.tv/ita/magazine/forum/dettaglio.asp?f=105
Natale: anch'io provo ad essere più buono. "La dolcezza di Maria" articolo a

Venezuela: Chavez ci ha assicurato che il suo amico Fidel non è ammalato di cancro. Ma di cosa ha paura? Forse pensa che qualcuno abbia già pensato di sostituirlo, cosa impossibile visto il suo controllo e quello del fratello Raul.

Marcopolo: Laguna Blu – Venezuela
Per Gabriele,Luisella, Marco, Giovanni e Giuseppe che arrivano dalla newsletter.
Mi è stato segnalata la trasmissione di Marcopolo e dopo aver 'averiguado' (controllato e ricercato) un po' mi sono fatto registrare qualche puntata. Marcopolo - canale satellitare 414
Continuano le avventure di Valeria e Gabriel in Venezuela. Ci mostrano il Venezuela e devo dire che sono bravi e simpatici. Ho sentito parlare Gabriel e la sua cadenza mi è troppo familiare. Io sono nato a San Martin, zona popolare, a stretto contatto con il popolo di Caracas e dopo alcuni anni sono andato a vivere ad Altamira, all'est della città Qualcuno mi ha detto che non hanno parlato dei profumi e degli odori tipici di cui spesso parlo nei miei racconti venezuelani, ma sicuramente lo faranno. Ringrazio anche tutti gli appassionati di Venezuela che continuano a scrivermi mail e bellissime parole. Per il cd, scrivete a info@mediacontact.it.
Comunque, anche se non dovrei, ho visto che in Internet sia 'Nenia' che 'Tormento de Amor' sono abbondantemente scaricate.
Spero di riuscire ad andarci quest’anno, insieme a mia moglie e a mia figlia. Da un po’ che non sento il profumo del mio paese.
Per Alfredo l’orvietano:
si è pericolosa Caracas, ma lo sono anche le città italiane nelle zone più brutte e magari nelle ore notturne. Devi fare attenzione, certo, ma la visita della città vale proprio la pena.
I commenti potete farli unicamente scrivendo alla mail sottocitata, dietro vostro consenso li pubblicherò, onde evitare spiacevoli inconvenienti dei giorni passati. Grazie a tutti di cuore.

1 comment:

Anonymous said...

Caro Cosmo
ci dovevi essere tu!!!
Parlaci del Venezuela come solo tu sai fare.