8/2/06

Il padre di Alice

Il padre naturale della piccola Alice, massacrata dal patrigno, avrebbe denunciato da tempo la situazione di pericolo in cui viveva la piccola. Se così fosse non solo sarebbe da rivedere la posizione del padre naturale, che sarebbe, ancora una volta, vittima del sistema, anche un altro uomo penalizzato. Questa precisazione è doverosa avendo ricevuto il seguente commento 'anonimo'. E' importante che queste cose vengano a galla, perchè, in qualsiasi modo giri la frittata, le responsabilità sono soprattutto di chi doveva monitorare.

IL PADRE NATURALE DI ALICE STAVA DENUNCIANDO DA DUE MESI ALLE AUTORITA' GIUDIZIARIE I SUOI SOSPETTI... NON PENSO SIA UN PADRE INDEGNO, ANZI CHE SIA UN PADRE CHE HA CERCATO DI SALVARE LA FIGLIA SEGUENDO UN ITER "CIVILE"... NON GLI HANNO DATO ASCOLTO E NON HA AVUTO IL TEMPO !

Comunque il mio commento è stato questo, anche postato in questo blog

Massimo Rossetti, il papà di Alice, sconvolto dal dolore è ancora un esempio di come il Tribunale dei Minori e i servizi sociali possano commettere madornali errori nel decidere affidamenti e soprattutto nel non effetturare un monitoraggio sulle famiglie a rischio.Massimo Rossetti non riusciva nemmeno più a vedere sua figlia, a quanto ha dichiarato, e, se le cose stanno veramente così, il grido d’allarme deve arrivare forte e deciso in modo che cambi il diritto di famiglia in Italia, ma, soprattutto, la tutela dei minori. Non più delegata ad assistenti sociali inesperti e demotivati. Un altro padre, Mauro Bronchi, genitore affidatario di una figlia avuta da un precedente matrimonio e patrigno della povera Alice, che già era stato segnalato per violenze, continuava, tranquillamente, a maltrattare Alice mentre da un’altra parte probabilmente c’era un padre naturale che avrebbe potuto proteggerla. A nulla era servito che Massimo denunciasse l’impossibilità di vedere la propria figlia, le sue richieste erano rimaste inascoltate. Dov’erano, anche in questo caso, i servizi sociali, la legge sulla bigenitorialità e la tutela dei minori?A causa della superficialità di questo sistema sono sempre i minori a rimetterci.Riorganizzare tutto e stabilire nuove regole gestite dal tribunale ordinario, questo dovrebbe essere l’obiettivo. Madri e padri naturali insieme come genitori, anche se separati tra di loro, non dovrebbero mai separarsi dai figli.


No comments: